Crea sito

Barrage vol. 1 – Recensione

Barrage vol. 1 – Recensione

Che voi siate lettori ormai navigati di manga o meno, o intenditori di anime pieni di azione, è molto probabile che abbiate familiarità con la serie, ormai cult, My Hero Academia creata dal maestro Kōhei Horikoshi.

È facile leggere opere di successo come MHA e supporre che le persone dietro abbiano creato un “concetto” vincente al loro primo tentativo. Ovviamente la realtà è che, come molti, il percorso verso la celebrità per Horikoshi è stata una lunga strada tortuosa. Mentre il primo capitolo di MHA è stato pubblicato nel 2014, Kōhei Horikoshi lavora costantemente come scrittore e artista dal 2007 e nel 2012 esce nelle pagine di Shonen Jump, Barrage.

Se un giorno scopriste di essere uguali al Principe, figlio del Re, e che siete gli unici a poter attivare lo strumento reale, arma/simbolo che (di)mostra che siete il discendente legittimo del sovrano di Industria, cosa fareste? Per scoprirlo vi basterà immergervi leggendo Barrage vol. 1 di Kohei Horikoshi edito da Star Comics.

Questa è la storia di un pianeta di una certa galassia, un giorno un ragazzo povero di nome Astro conosce il Principe Barrage, identico a lui e per errore viene portato a palazzo. Si alza così il sipario sulle rocambolesche battaglie di Astro che tiene alla famiglia più di ogni altra cosa.

Ovvio che il primo pensiero, appena letta la sinossi, sarà quello di accostare l’opera di Kohei Horikoski, papà di My Hero Academia, alla favola, romanzo e adattamento televisivo/animato del Il Principe e il Povero. Infatti, Barrage vol. 1 utilizza questo incipit per creare una reinterpretazioni con l’aggiunta di argomenti dai risvolti più drammatici (a tratti) e sentimenti profondi come l’importanza della famiglia.

Per esempio, Astro è un giovane orfano con una casa piena di – altrettanti – orfani ancora più giovani che formano una famiglia a cui si dedica fermamente. Purtroppo Astro non naviga nell’oro e per tanto, il primo obbiettivo del nostro personaggio sarà quello di dare da mangiare alla famiglia che si è creato. Dopo un incontro con un nobile straniero, nonché il Principe Barrage, il quale propone di scambiarsi i ruoli vista la somiglianza, ad un tratto, Baaaam! Mi fermo qui con le informazioni sulla storia per ovvie ragioni ma vi invito a proseguire la lettura della nostra recensione.

La mano e la mente di Kohei Horikoski si vede e si riconosce tra mille. In linea con il suo stile, nonostante MHA naviga su mari completamente diversi, Barrage risulta essere scritto molto bene. Infatti la lettura risulta piacevole, divertente e sentimentale. Tocca il tuo cuore!

Come abbiamo già detto, l’opera utilizza un trampolino di lancio chiamato Il Principe e il Povero. Questo però si traduce in; Barrage va decisamente oltre al solito cliché! Infatti la storia si apre mostrando molto altro. Segreti di corte, guerre contro alieni e tanta altra carne al fuoco tutta da scoprire.

La caratterizzazione dei personaggi risulta soddisfacente. Del resto, Horikoski come ci insegna su MHA, riesce ad incanalare poco per volta interessanti informazioni all’interno di uno o più volumi. Certo, qui risultano un po’ più sottili i tecnicismi utilizzati dal Mangaka in quanto Barrage si completa in soli 2 volumi.

Prendiamo Astro, non è il classico personaggio con grandi poteri anzi, possiamo definire assolutamente irrilevante sia in termini di cervello che di muscoli, ma eccezionalmente coraggioso e altruista oltre misura. Infatti non sarà un caso se vi capitasse, leggendo questo primo volume, di desiderare una storia più lunga, proprio perché vi siete appassionati ai personaggi.

Il grande tema su cui Barrage è focalizzato ad affrontare è la FAMIGLIA! Tranquilli. Se questo argomento vi dovesse sfuggire, Astro ve lo ricorderà almeno una volta in ogni capitolo che lo segue. 

I disegni in Barrage vol. 1 come i personaggi principali, gli abitanti di Industria, alieni, uomini lucertola, creature rupestri e demoni sono davvero interessanti. Horikoshi si assicura che ognuno di essi sia distinguibile dal resto dando anche qualcosa in più di personale dal classicone visto e rivisto.

In conclusione, questo primo volume di Barrage edito in Italia da Star Comics risulta essere una lettura molto piacevole e toccante nonostante si concluda in soli 2 volumi. Scritto bene e dai disegni che si inglobano in una meravigliosa vetrina di composizioni di pagine dal grande design.

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine social Facebook  e InstagramTwitter e Telegram per non perdervi mai nulla! Playgamesitalia