Crea sito

Batman: Hush. Volume 1 – Recensione

A fine di queste vacanze estive, il team di Playhero non vi abbandona, anzi, vi porta a fare un tuffo nell’Universo DC, con una bella storia del Cavaliere Oscuro. Stiamo parlando di Batman: Hush. In questa recensione, vi parleremo del primo volume, edito da RW Lion.

Questa storia vede alla sceneggiatura Jeph Loeb, mentre alle matite e chine troviamo rispettivamente Jim Lee e Scott Williams.

Prima di addentrarci nella recensione di questa storia vediamo come la RW ci propone l’albo:

“BATMAN: HUSH Uno dei capolavori della lunga storia del Cavaliere Oscuro torna disponibile in una edizione in due volumi. Un epico racconto di omicidio, misteri e amore, in cui Batman intraprende quella che sembra una semplice missione per scoprire l’identità del misterioso criminale Hush. Ma il Cavaliere Oscuro si ritrova ad affrontare quello che è probabilmente il caso più pericoloso della sua vita, mente i segreti del passato si riversano nel presente, e i suoi peggiori nemici attaccano contemporaneamente!”

La storia si apre con il Cavaliere Oscuro intento a sgominare un attentato ai danni di un piccolo ragazzo, figlio di una famiglia ricca di Gotham. Dietro questo rapimento c’è Killer Croc, che con la valigetta piena di soldi voleva andarsene. Dopo averlo catturato, Batman scopre che qualcun altro l’ha presa al posto di Croc. Qui inizierà una vera e propria indagine che vedrà Il cavaliere Oscuro allearsi anche con Catwoman per scoprire chi c’è dietro, e quali siano le sue intenzioni. Un viaggio che ci farà conoscere anche una parte del passato del Cavaliere Oscuro e che lo spingerà ad andare fino a Metropolis. Non vogliamo dirvi di più e vi lasciamo alla lettura di questo primo volume.

– Per altre recensioni e news sul Cavaliere Oscuro, clicca QUI. –

Alla sceneggiatura di questo cartonato troviamo Jeph Loeb, che si conferma essere un grande sceneggiatore. Infatti in quest’opera, ricca di dialoghi, non si va subito al succo della questione, ma vengono analizzate tutte le sfaccettature della realtà in cui Batman si trova. I ritmi sono sostenuti e diventano più concitati quando il Cavaliere Oscuro si butta nell’azione. Lo scrittore riesce in poche pagine ad unire il passato con il presente di Bruce, facendogli rincontrare persone di cui, forse, si era dimenticato. Una storia che sicuramente ancora non ha avuto il suo culmine e che lo vedremo prossimamente con la recensione del secondo volume.

Ai disegni troviamo Jim Lee, che si conferma ancora una volta un grande disegnatore, capace di creare delle tavole meravigliose. Come in tutti i disegni creati da Lee, anche in quest’opera troviamo colpi quasi scultorei, con un grande livello di dettaglio. Rende ancora più completa l’opera l’utilizzo dei colori, che tramite i colori scuri che caratterizzano le storie di Batman, riescono a rendere l’opera completa e visivamente soddisfacente. Il massimo per un’opera sul Cavaliere Oscuro.

Per gli amanti de Il Cavaliere Oscuro, sicuramente questa è un’opera da avere in libreria e non vediamo l’ora di portarvi la seconda parte della recensione per vedere come si evolverà la storia.

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine social Facebook  e InstagramTwitter e Telegram per non perdervi mai nulla! Playhero.it