Crea sito

Bem vol.1 – Recensione

Bem

Annunciato da Magic Press Edizioni arriva in Italia l’adattamento manga della famosa serie animata Bem Il Mostro Umano prodotta da Adk Emotions. L’opera ha i disegni di Mosae Nohara e il character design di Range Murata. Può essere acquistata già completa nel cofanetto realizzato a tiratura limitata dalla casa editrice o prendendo i singoli volumi che usciranno a cadenza mensile.

Trasferitasi nell’outside, la parte più malfamata e pericolosa della città, squassata da rapine, violenze e assassini, la detective Sonia deve risolvere un misterioso caso di omicidio il primo giorno che entra in servizio. In città sono già morte diverse persone in contesti con protagonista l’acqua ma lontani da fonti della stessa. Durante il proseguo delle indagini l’aiuto di un misterioso uomo sarà fondamentale per la risoluzione del caso. Durante il tentativo di arresto l’uomo in questione si trasforma improvvisamente in un terrificante mostro. Quest’ultimo uccide il criminale colpevole del massacro ma non sembra interessato a far del male ai poliziotti accorsi sulla scena. Quali segreti si celano dietro questa strana creatura e ai suoi compagni? E quali sono i loro scopi?

Io non mi faccio corrompere. Ogni volta che vedrò commettere un’ingiustizia… mi farò sentire“.

Il primo volume di Bem parte con delle buonissime premesse. Nell’outside, la zona più malfamata della città, ricca di criminali di ogni genere arriva la detective Sonia. Appena giunge oltre il ponte che collega le due parti della città, Sonia è costretta a fronteggiare subito un tentativo di rapina. Iniziamo così a conoscere uno dei personaggi principali dell’opera. Nonostante conosca le circostanze legate all’outside il suo senso morale di giustizia è più forte, per questo si getta subito alle calcagna del criminale. Durante l’inseguimento viene salvata da un misterioso uomo con un bastone che scompare il secondo dopo che l’ha aiutata. Il giorno seguente scopre che il criminale inseguito la sera prima è stato trovato morto in una pozza d’acqua e viene inoltre a conoscenza che questo non è il primo caso ma l’ultimo di molti.

Inizia quindi a capire che le questioni dell’outside restano nell’outside per quanto sporche e putride siano. Il suo capo la porta così in un giro di pattugliamento facendole presente che i territori dell’outside sono nelle mani delle bande criminali. Lui stesso riceve della mazzette per chiudere un occhio sulle attività losche. Questo fatto smuove qualcosa in Sonia. Lei è un poliziotto e non vuole cedere allo status sociale dell’outside ma vuole schierarsi dalla parte della giustizia e dei più deboli per difendere quei valori morali in cui crede fermamente.

Seguiamo inoltre le mosse dell’uomo misterioso che ha salvato la detective e che sta proseguendo in solitaria le indagini per scoprire la vera identità del killer dell’acqua. Bem ha inoltre due compagni che presto scopriamo avere un segreto oscuro proprio come il suo. Sono infatti dei mostri che hanno preso le sembianze di esseri umani ma che hanno come scopo quello di difenderli e proteggerli con il sogno di diventare presto come loro. Bem rivelerà la sua vera natura anche ai poliziotti intenti ad arrestare il killer dell’acqua che però lui finisce per uccidere. Tra lo stupore e la paura generale Sonia si accorge che per quanto spaventoso e mostruoso quella cosa ha aiutato i poliziotti. Sono molte le domande che affollano la sua testa ma a cui ancora non riesce a dare una risposta.

Durante il proseguimento del volume seguiamo anche le vicende dei compagni di Bem, Bera e Bero. Anche loro sono impegnati nella risoluzione di vari crimini e indagano per portare giustizia salvando chi possono. Si capisce fin da subito il bruciante desiderio di poter diventare un giorno umani a tutti gli effetti anche se, come loro, già soffrono per le cose che gli accadono intorno e per le persone con cui entrano in contatto.

In questo primo volume l’azione la fa da padrona. Tutte e tre le indagini vengono risolte nell’arco di non molte pagine, ma questa velocità permette comunque al lettore di scorgere alcuni tratti fondamentali dell’anima dei protagonisti. La forte determinazione che lega i tre mostri a voler diventare a tutti gli effetti esseri umani permea la narrazione che già dal primo volume è cruda e ricca di violenza. Uno degli aspetti più interessati del manga è vedere questa crudeltà nascere principalmente dagli esseri umani e quasi mai da chi invece ci aspetteremmo di vederla, ovvero dai così detti mostri. Ma cosa definisce veramente l’essere un mostro? Avere delle fattezze deformi e orribili o commettere crimini efferati senza un briciolo di pietà o rimorso? In questo i tre protagonisti si rivelano essere più umani di molti uomini.

Un ulteriore punto a favore è il personaggio di Sonia. Conosciamo poco di lei ma i suoi tratti principali spiccano subito. E’ un’anima buona e gentile che non sopporta le ingiustizie ed è pronta a lanciarsi in difesa dei più deboli. In una società come quella dell’outside sembra un pesce fuor d’acqua e sarà molto interessante vedere il suo percorso. Il marciume di quel mondo riuscirà a corrompere un animo come il suo o sarà ancora stoica e convinta della sua morale incorruttibile?

In conclusione questo primo volume di Bem edito da Magic Press Edizioni ci catapulta subito al centro degli avvenimenti non facendoci quasi mai riprendere il respiro per tutto il volume. Ricco di misteri, violenze e sentimenti, riesce a condire il tutto creando un manga interessante e tutto da scoprire. Lascia senza dubbio il lettore con la voglia e la curiosità di avere il secondo volume tra le mani per vedere a cosa porteranno le vicende di Bem e dei sui compagni.

Continuate a seguire le nostre news sulle pagine Social FacebookInstagram e Telegram per non perdervi mai nulla! PlayheroPotete seguirci anche su Youtube e Twitch!