Il nostro sito utilizza i cookies per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di utilizzo. Il nostro sito potrebbe anche contenere cookies di terze parti, quali Google Adsense, Google Analytics e Youtube. Accettando di utilizzare il sito e di fruire dei suoi contenuti, aconsentite all'utilizzo dei cookies. Abbiamo aggiornato la nostra Privacy Policy.  Cliccate sul bottone per legegrla.

Il Conte Dracula – Librogame

il conte dracula
cover

Il Conte Dracula è un librogame scritto nel lontano 1986 da James Herbert Brennan, con nome originale “Dracula’s Castle”. Tradotto in italiano nel 1987 dalla Edizioni E. Elle. Con illustrazioni a cura di Tim Sell, ricorre al vecchio, nonché più utilizzato, sistema a dadi per determinare le statistiche e la risoluzione degli eventi.

Il Castello di Dracula

Leggendo questo librogame andrete a percorrere due diverse storie. Nella prima ricoprirete i panni di Jonathan Harker, un impiegato londinese che si reca in Transilvania per lavoro. In realtà quest’uomo non è nient’altro che uno studioso dell’occulto, in viaggio verso queste terre per debellare il male dal mondo. Questo male è ovviamente rappresentato dal famoso Conte Dracula. Quest’ultimo, a quanto pare, vuole trasferirsi a Londra per avere un menù più fornito.

Il secondo protagonista con cui avrete l’onore di giocare sarà proprio lui, il Conte. Il vampiro più conosciuto al mondo dovrà eliminare dal suo maniero uno dei suoi nemici più ostici: Van Helsing. In entrambi i casi, giocherete all’interno della casa o comunque nei suoi paraggi, cercando la vostra nemesi che si nasconde. Avrete la possibilità di visitare ogni anfratto del castello di Dracula, compreso le sue segrete e, beh sì, anche i bagni. Questa è proprio la nota positiva del racconto. Poter vivere il castello ed i suoi segreti a quasi 360°. Durante l’avventura avrete modo di incontrare diversi personaggi bizzarri e creature ormai conosciute. Vampiri, lupi mannari, diavoli e angeli, melme e morti viventi saranno solo alcuni dei problemi che dovrete affrontare. La lettura inoltre è edulcorata con alcuni enigmi che è possibile risolvere, nonostante non siano necessari, giusto per tenere allenato il cervello.

Le regole ed il combattimento


Prima di iniziare la lettura dovrete scegliere con quale dei due protagonisti giocare. Se il coraggioso Harker o il temuto Dracula. Fatta questa scelta, dovrete munirvi di 2 dadi a 6 facce (d6). Questi vi serviranno in primis per determinare le vostre statistiche, che sono cinque in totale, ed in secundis per i combattimenti. Le prime due statistiche, Velocità e Coraggio, serviranno a capire quanto sarete veloci in combattimento e quindi se agirete per primi. Avrete poi Forza e Abilità, che indicheranno l’ammontare di punti danno che infliggerete agli avversari. L’ultima statistica è la Psico, che vi permetterà di utilizzare tecniche contro i vampiri, giocando con Harker, o sovraumane, col conte. I punti ferita a vostra disposizione, a prescindere al vostro protagonista, saranno sempre 100.

Potreste, anzi capiterà quasi sicuramente, incontrare qualcuno che vi sbarra la strada durante la ricerca. Lo svolgimento del combattimento è semplice. Dovrete tirare un d6 per ogni personaggio coinvolto nello scontro ed aggiungere la somma delle prime 2 statistiche per determinare chi inizia prima. Più è alto il risultato, prima agirete. Determinato il turno di attacco, per eseguirlo dovrete tirare 2d6, se il risultato è superiore o uguale a 6, avrete colpito il bersaglio. Sommate il risultato dei dadi alla somma delle statistiche Forza e Abilità ed avrete il danno inferto. Facile e veloce. Se non possedete i dadi, nessun problema. Le pagine del librogame Il Conte Dracula presentano, sul margine superiore, un paio di dadi disegnati con cui potrete determinare i vostri lanci, semplicemente sfogliandole.

La Fluidità della lettura


Il racconto è suddiviso in due parti. La prima, presente nelle primissime pagine del libro, racchiude tutti quanti i Luoghi (Loc). Esattamente 40. Le descrizioni di questi vi faranno ben capire dove vi troverete e quali siano gli aspetti unici e peculiari che lo rappresentano. La seconda parte comprende le Azioni (Act) e sono più di 200. Ogni Act, come ogni librogame che si rispetti, rimanda a un altro o altri Act. Spesso però si rischia di rimanere incastrati in un loop in cui, se non si trova subito la strada corretta, si rischia di girare tra gli Act già visitati. Questa piccola pecca rende il gioco labirintico e, se la situazione si fa lunga, stressante. Armatevi quindi di carta e penna per permettervi di non incappare in situazioni come queste avendo quindi uno storico a portata di mano.

La componente dei Passaggi Segreti, tuttavia, può venire in vostro soccorso. In alcune delle stanze vi sono, infatti, dei passaggi segreti e per trovarli dovrete tirare, quando vorrete, 2d6. Se il risultato ottenuto è superiore a 10 potrete andare a vedere, nella sezione apposita a fine libro, se quella stanza possiede o meno un passaggio. Anche questo, di contro, può risultare fastidioso. Controllare se in ogni Act è presente una scorciatoia e ritrovarsi con la faccia contro il muro, a lungo andare, può risultare noioso. Alcuni Act, inoltre, sono spogli di descrizione, essendo questa presente nella prima parte del racconto ove i Luoghi sono spiegati.

Le illustrazioni


Tim Sell è riuscito a creare delle piccole opere che aiutano il lettore ad immaginare ciò che si trova di fronte al protagonista. Con uno stile realistico e cupo allo stesso tempo, i personaggi raffigurati sono reali nonostante la loro essenza. Oggetti, animali e mostri sono ben definiti da questa colorazione in bianco e nero che aumenta l’immersione nella storia. La copertina, inoltre, è una citazione al Dracula interpretato da Christopher Lee nel 1958, presentando proprio un primo piano dell’attore.

Il Conte Dracula è un librogame d’altri tempi, nato nei primi decenni dell’invenzione degli stessi. Permette di visitare il castello del vampiro completamente e sino in fondo, giocando sia come Jonathan Harker, intento nell’uccidere il Conte, sia come quest’ultimo, deciso nel debellare gli intrusi che gli infestano la residenza. Nonostante il sistema possa riportarvi sempre negli stessi luoghi, creando una situazione labirintica, la scoperta dei misteri e dei personaggi che andrete ad incontrare è interessante e motivante. Il sistema di combattimento e creazione personaggio è semplice ed immediato. Per gli amanti degli horror e del più famoso vampiro della storia, è sicuramente un’opera avvincente.

Continuate a seguire le nostre news sulle pagine Social FacebookInstagram e Telegram per non perdervi mai nulla! PlayheroPotete seguirci anche su Youtube e Twitch!

Inoltre su MangaYo! potete usare il codice sconto PLAYHERO5 e ricevere uno sconto del 5%!

By Riccardo Avvenimenti

Ma a un certo punto, quasi istintivamente, ci si volta indietro e si vede che un cancello è stato sprangato alle spalle nostre, chiudendo la via del ritorno. Allora si sente che qualche cosa è cambiato, il sole non sembra più immobile ma si sposta rapidamente, ahimè, non si fa in tempo a fissarlo che già precipita verso il confine dell'orizzonte, ci si accorge che le nubi non ristagnano più nei golfi azzurri del cielo ma fuggono accavallandosi l'una all'altra, tanto è il loro affanno; si capisce che il tempo passa e che la strada un giorno dovrà pur finire.

Potrebbe piacerti anche...