Il nostro sito utilizza i cookies per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di utilizzo. Il nostro sito potrebbe anche contenere cookies di terze parti, quali Google Adsense, Google Analytics e Youtube. Accettando di utilizzare il sito e di fruire dei suoi contenuti, aconsentite all'utilizzo dei cookies. Abbiamo aggiornato la nostra Privacy Policy.  Cliccate sul bottone per legegrla.

Dune, Avventure nell’Imperium – Recensione

Dune

Il vasto universo di Dune nasce nel lontano 1965 con un romanzo, scritto dal maestro Frank Herbert, a cui ne seguirono poi altri. La saga, dopo la dipartita dell’autore, venne continuata dal figlio, Brian Herbert, espandendone la storia, gli intrighi e le emozioni suscitate nel lettore. I vari racconti diedero spunto a diverse altre opere e si prestarono bene anche per alcuni boardgames.

Inoltre, la storia è tornata in auge grazie al nuovo riadattamento cinematografico ispirato alla saga fantascientifica, prodotto dalla Legendary Films e dalla Warner Bros. Da Aprile 2021, grazie alla Modiphius Entertainment, ci viene donato anche il gioco di ruolo basato su questa fantastica opera, Dune, Avventure nell’Imperium, distribuito in Italia dall’ormai nota e capace Need Games!

La Storia di Dune

Proiettati in un futuro ormai lontano, gli eventi di Dune si svolgono in molteplici pianeti dell’universo. Tutti colonizzati dagli uomini e gran parte facenti parte dell’Imperium. Suddiviso in casate, l’impero umano vede intrighi politici, battaglie per il potere e missioni di spionaggio all’ordine del giorno. Tutti bramano la gloria e la supremazia e questa è spesso data da un’unica, importante e vitale risorsa: la Spezia. Presente soltanto nel pianeta Arrakis, chiamato comunemente Dune, la Spezia è una risorsa difficile da ottenere, dai molteplici ed incredibili utilizzi che permette, al governatore del pianeta, di detenere il potere. Millenni di storia e di battaglie sono stati vissuti dallo Jihad Butleriano che ha colpito tutto l’universo in uno scontro contro le delle potenti IA all’era dell’Imperatore-Dio. Una storia senza fine piena di colpi di scena, tradimenti e tranelli tutti mirati ad un unico obiettivo.

Il Sistema di Gioco di Dune

Il gdr di Dune è basato molto sulla narrazione e l’interpretazione dei personaggi principali e secondari. Il mondo in cui sarete catapultati, per via delle necessità, delle faide e degli obiettivi delle vostre casate, sarà incentrato molto su incontri, e scontri, diplomatici e politici. I vostri ideali, il vostro onore ed il vostro coraggio saranno continuamente messi alla prova da dibattiti, confronti e duelli, a volte non solo fisici. Ogni decisione che prenderete potrà essere rilevante non solo per il vostro personaggio ma anche e soprattutto per la vostra casata e, addirittura, per l’Imperium stesso. Una scaramuccia tra due membri di casate rivali può tramutarsi in un duello, degenerare in una schermaglia sino a diventare una vera e propria battaglia tra casate. Il Butterfly Effect, in Dune, potrebbe rivelarsi estremamente pericoloso.

Ogni azione in un gdr che si rispetti, equivale al lancio di un dado. In Dune, Avventure nell’Imperium, è presente il 2d20 system. Un sistema basato sul lancio di 2 dadi a 20 facce per la risoluzione degli eventi. Non ne serviranno altre tipologie. Questi dadi possono essere aumentati in vari modi, ma alla base, e differentemente dal famoso sistema di Dungeons & Dragons, più il risultato dei lanci sarà inferiore, più possibilità si avrà nella risoluzione della difficoltà. Questo sistema alleggerisce il frenetico utilizzo di dadi, cercando di semplificare le sessioni di gioco.

Creare il Personaggio e la Casata

Una delle peculiarità di Dune è proprio quello di poter creare la propria Casata. Il capofamiglia, i servitori, gli alleati, gli amici ed anche i rivali. Avrete piena libertà nella costruzione di ciò che è, era e vorrà essere la vostra casata. Oltre al vostro personaggio principale, quindi, avrete a disposizione innumerevoli personaggi secondari. Potrete creare quest’ultimi in itinere, in maniera molto semplice. Così come i secondari, anche il vostro primo personaggio sarà di facile costruzione, avendo a disposizione due scelte. Una creazione Programmata o una in Corso D’opera. Con la prima potrete, da subito, scegliere tutto sul vostro personaggio: dagli ideali alle abilità, dai talenti all’ambizione. Nel secondo caso, invece, alcune di queste scelte potranno essere prese mentre starete già affrontando la vostra avventura. Tutto in maniera molto semplice.

Grazie alla presenza di molteplici personaggi secondari sarà possibile assistere ad eventi della storia a cui, normalmente, non si avrebbe accesso. Questi personaggi possono trovarsi in un punto totalmente opposto rispetto a quello del personaggio principale o nella stessa città per aiutare il primo in un’azione combinata. Le possibilità sono innumerevoli, ma fate attenzione perchè questi gregari sono più deboli rispetto al vostro personaggio primario. Potrebbero essere considerati “sacrificabili” ma ricordatevi che una perdita, in una famiglia, è una cosa seria.

Anche il sistema di livellamento è molto semplice. Durante il gioco sarà infatti possibile ottenere Punti Avanzamento in svariati modi, anche perdendo degli scontri. Questi punti saranno poi spesi, quando più vi aggrada, per ottenere abilità, talenti, focus o risorse.

Le Ere di Narrazione in Dune

La storia di Dune si estende per così tante migliaia di anni che svolgere gli eventi in un solo periodo storico sarebbe limitante. Per questo motivo nel manuale è presente una sezione che permette di scegliere l’era in cui potrete ambientare le vostre sessioni di gioco. Sette diverse ere che daranno diverse opportunità ai vostri personaggi, nuovi spunti al Game Master e tantissime emozioni a chiunque partecipi al gioco. D’altronde era impossibile scegliere un solo periodo in mezzo a più di 20 mila anni di storia. Sempre nella stessa sezione, inoltre, sono presenti i romanzi da cui prendono spunto le varie ere giocabili.

L’universo di Dune è contornato da tantissimi pianeti e tantissime risorse diverse. I primi, suddivisi in classi, possono essere abitabili o meno, utili per una ragione o per un’altra o totalmente inutili all’uomo. Le risorse, vero motore del gioco, si dividono in due categorie: concrete e astratte. Le prime sono risorse tangibili, come armi, mezzi o persone. Le seconde invece possono essere trucchetti tattici, stratagemmi o addirittura informazioni o segreti su nemici, casate o luoghi in cui trovare risorse. Il viaggio che affronterete giocando a Dune sarà affascinante ed unico. Tra pianeti completamente diversi ricchi di sorprese, complotti orchestrati ad hoc e personaggi di ogni tipo, sarete attraversati da emozioni sempre crescenti.

In Conclusione Dune, Avventure nell’Imperium

Il nuovo gioco di ruolo di casa Modiphius Entertainment, Dune, Avventure nell’Imperium arriva a noi nell’aprile del 2021. In Italia è distribuito dalla Need Games. Ispirato ai romanzi fantascientifici di Frank Herbert a cui sono seguiti quelli del figlio Brian, vivrete le avventure nelle varie ere dell’Imperium. L’unico elemento ricorrente è uno: Arrakis, chiamato anche Dune, è il pianeta da cui proviene la spezia, la risorsa più importante dell’intera galassia. Vi attendono lotte per il potere, intrighi tra casate e missioni di spionaggio in un gdr narrativo tendente molto al politico. Il sistema di gioco, il 2d20 system, è semplice, aiutando i neofiti del campo ed alleggerendo i più esperti. La creazione della propria casata è un elemento importante del gioco. Da questa nascono infatti il vostro personaggio principale e tutti quelli secondari. Dune vi prenderà quindi per mano trasportandovi tra le stelle alla ricerca di tutto ciò che desiderate.

Continuate a seguire le nostre news sulle pagine Social FacebookInstagram e Telegram per non perdervi mai nulla! PlayheroPotete seguirci anche su Youtube e Twitch!

Inoltre su MangaYo! potete usare il codice sconto PLAYHERO5 e ricevere uno sconto del 5%!

By Riccardo Avvenimenti

Ma a un certo punto, quasi istintivamente, ci si volta indietro e si vede che un cancello è stato sprangato alle spalle nostre, chiudendo la via del ritorno. Allora si sente che qualche cosa è cambiato, il sole non sembra più immobile ma si sposta rapidamente, ahimè, non si fa in tempo a fissarlo che già precipita verso il confine dell'orizzonte, ci si accorge che le nubi non ristagnano più nei golfi azzurri del cielo ma fuggono accavallandosi l'una all'altra, tanto è il loro affanno; si capisce che il tempo passa e che la strada un giorno dovrà pur finire.

Potrebbe piacerti anche...