Crea sito

EMPYRE #1 – RECENSIONE

Empyre è il crossover Marvel del momento. Questa miniserie dal sapore cosmico è l’evento che ci accompagnerà nelle prossime settimane, a cadenza quindicinale, sugli spillati Panini dedicati, che troverete sia in edicola che in fumetteria. Oltre alla serie principale, Empyre prevede molteplici tie-in e un prologo che ha visto la luce il mese scorso (La strada verso Empyre). Lo sceneggiatore della storia è Al Ewing, esperto fumettista britannico autore di una delle migliori serie Marvel degli ultimi anni, “Immortal Hulk”, nonché attuale scrittore de “I Guardiani della Galassia”. In suo aiuto nella stesura della trama vi è anche Dan Slott, attuale autore di Fantastici 4 e Iron-Man. Ai disegni troviamo il nostrano Valerio Schiti, già da anni uno degli artisti italiani più apprezzati oltreoceano, qui probabilmente al punto più alto della sua pur giovane carriera.

L’INVASIONE CHE NON TI ASPETTI

Nel corso degli anni la rivalità tra Skrull e Kree è stata probabilmente la più famosa, accesa e importante rivalità dell’intero cosmo marvelliano. Dopo anni di conflitti, tuttavia, Empyre unisce i due imperi sotto un’unica guida e contro un nemico comune, i Cotati.

A capo dei due eserciti, qui affiancati per la medesima causa, troviamo una vecchia conoscenza degli Young Avengers, il mutaforma Hulkling.

Il ragazzo, che nella rilettura dei classici Avengers fungeva da nuovo Golia Verde, divenne famoso per la sua storia omosessuale con il compagno Wiccan. Conosciuto sulla Terra come Teddy Altman, Hulkling è ora l’imperatore Dorrek VIII. Figlio del mitico Capitan Mar-Vell e della principessa Skrull Anelle, ha reclamato il trono dei due imperi nel finale dell’evento INCOMING!, pubblicato in Italia alcuni mesi fa.

Ma cosa succede nel primo numero di Empyre? Hulkling, accompagnato dal Super Skrull e da Tanalth dei Kree, è deciso a tutti i costi ad eliminare il pacifico popolo dei Cotati, arrivando fino alla nostra Luna. Gli Avengers, alleati dei Cotati, si presentano di fronte alla gigantesca flotta aliena comandata da Hulkling e qui si interrogano sulle vere ragioni del nuovo sovrano. Anche i Fantastici Quattro sembrano opporsi all’ex Young Avenger con decisione, convinti che il giovane sia in balia dei suoi collaboratori. Ma quali ragioni si celano dietro alla austerità di Hulkling? Alcune risposte arriveranno fin da subito, in un finale ricco d’azione, che porterà alla fantomatica e sorprendente… Fioritura!

INTRIGHI COSMICI

La battaglia a cui assisterete in Empyre sembra essere la più classica tra le storie Marvel. Popoli storici dell’Universo Marvel che ciclicamente si scontrano per vecchi rancori, vendette o bramosia di potere. L’ultimo grande evento con protagonisti gli Skrull fu quel “Secret Invasion” che scompigliò le certezze dei lettori (forse ancor più di Civil War), riportando in vita eroi creduti morti e scoprendo impostori tra personaggi che si credevano autentici. I semi gettati da quella ormai storica saga sembrano ancora perdurare nel tempo.

La trama di questo primo numero è lineare e di facile lettura, scorre fluida verso il finale con un cliff-hanger che, purtroppo, risulta abbastanza scontato. Non ci sono particolari punti di rilievo nella narrazione, la vera forza del racconto, in attesa della sua prosecuzione, è segnata dai bei disegni di Valerio Schiti, davvero notevoli soprattutto nella realizzazione del design dei personaggi, sia per quanto riguarda gli storici Vendicatori che per i character di nuova ideazione. Il fatto che la storia sia opera di Al Ewing è di buon auspicio per il proseguimento della trama, che nel primo capitolo non ha avuto momenti epici ne di grande esaltazione, ma che non si è fatta assolutamente disprezzare.

CONCLUSIONI

Le ”serie evento” sono da anni marchio di fabbrica delle stagioni fumettistiche sia in casa Marvel che Dc Comics. Spesso, soprattutto negli ultimi tempi, le aspettative che si hanno in previsione di queste serie risultano essere più alte della qualità che successivamente ci siamo trovati a leggere.

Il nome di Al Ewing è sicuramente una certezza ed è per questo che aspettiamo comunque con ansia i prossimi numeri, in attesa di potervi fornire un parere completo su questa storia, che ci auguriamo essere semplicemente una “gran bella storia Marvel”.

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine Social Facebook Instagram e Telegram per non perdervi mai nulla! Playhero