Crea sito

Fenix e la Chiave di Thuta, la Gemma di Osiris – Recensione

Fenix e la Chiave di Thuta, la Gemma di Osiris è un libro fantasy del sottogenere romance. Scritto da Mariella Martorelli Loi ed edito da Bookabook, il libro è il primo di quella che potrebbe essere una serie ispirata e che potrebbe regalare molto al lettore. Il secondo capitolo, in questo momento, è in crowdfunding sul sito di Bookabook.

Un Mondo Quasi Idilliaco

Ci troviamo in una New York contemporanea. La nostra protagonista è Fenix, una adolescente dalla pelle candida e dai capelli argentati, che vive la sua vita sentendosi da sempre fuori posto. Tutto però cambia il giorno del suo diciassettesimo compleanno. Dopo il dono ricevuto dalla madre, una collana con una pietra trasparente come pendente, la vita di Fenix non sarà più la stessa. Da lì a breve sarà avvicinata da un uomo che le regalerà una piccola chiave dorata: la Chiave di Thuta. Questa è una delle chiavi che permettono di accedere al mondo degli elfi: Ethernity, la capitale di Miriel. La giovane ragazza di luna scoprirà infatti d’essere una mezzelfa e che, di diritto, può accedere sia al mondo elfico sia alla sua istruzione. Senza pensarci due volte la giovane protagonista si butta a capofitto verso questa sua nuova vita che, già da subito, la fa sentire a casa.

Questo mondo, che Fenix trova fantastico sotto ogni aspetto, ha però dei lati oscuri. Il passato non è privo di guerre e Miriel è solo una delle nazioni che compongono questo mondo che sembra idilliaco. Il mezzelfi non vengono visti da tutti di buon occhio e le diatribe tra razze e casate diverse sono spesso all’ordine del giorno. Infine, un male oscuro sta per risvegliarsi e forse Fenix e la Gemma di Osiris sono i fattori scatenanti.
Nonostante tutto la ragazza argentata riesce a farsi degli amici, lei che era sempre stata una tipa solitaria, riesce a crearsi una piccola famiglia con elfi e mezzelfi conosciuti alla scuola elfica denominata i Giardini.

Sentimenti e Status come Punto Focale

Il nuovo mondo è totalmente diverso da quello conosciuto da Fenix. Magico, calmo e pieno di meraviglie. È un mondo in cui i sentimenti, spesso, sono quasi alla mercè di tutti.
Il pendente, regalo della madre della protagonista, è un oggetto comune ad ogni elfo o mezzelfo: il lapis vitae. Una pietra che riscalda il petto del possessore ogni volta che prova sentimenti forti e che prende il colore degli occhi della persona che ama.
I colori di cui si vestono gli abitanti di Miriel dicono molto del loro essere. Le tonalità delle vesti indicano la stirpe d’appartenenza del soggetto ed i ricambi la loro classe. Ogni stirpe ha comportamenti, spesso, tipici e quindi è facile attribuirli a seconda del colore.
Un ultimo appunto andrebbe fatto sui nimeth, ma hanno un potere così forte che anche gli elfi più risoluti, coraggiosi e anziani evitano di nominarli.

Analisi

In Fenix e la Chiave di Thuta, la Gemma di Osiris è introdotto il mondo in cui si svolgeranno gli eventi dell’intera saga. Si può dire che il libro sia quasi del tutto descrittivo e l’autrice riesce perfettamente nell’impresa. Le descrizioni sono accurate e ricercate, svolgendo a pieno il proprio compito. Permettono al lettore di immedesimarsi nell’ambientazione al meglio delle possibilità. Odori, rumori, colori ed emozioni sono descritti minuziosamente rendendoci partecipi non solo degli eventi, ma anche dei singoli momenti dell’opera, che essi siano piacevoli o meno. Il worldbuilding è ben strutturato, ricordando a tratti quello della saga del maghetto inglese più famoso di sempre. Nonostante ciò il libro ha un’anima propria. La presenza di sette regni diversi e di altrettante razze, di usanze, di una storia travagliata e di una moltitudine di personaggi diversi alzano molto le aspettative.


Una grande nota positiva è indirizzata ai capitoli: brevi e ben scritti, con periodi per nulla lunghi, sono scorrevoli e piacevoli. Molti capitoli sono dedicati anche a personaggi secondari che riempiono la storia di curiosità e particolari relativi al mondo in cui vivono.
L’unica nota dolente è dovuta alla reale mancanza di azione, presente a piccolo sprazzi. L’autrice si concentra molto sulle relazione interpersonali dei protagonisti e gli accenni alla storia spesso passano in secondo piano. Questo stile viene utilizzato sicuramente per massimizzare la conoscenza del lettore sul Miriel e sui suoi protagonisti, permettendo alla storia di ingranare al meglio nei libri successivi.

In Conclusione

Fenix e la Chiave di Thuta, la Gemma di Osiris è un fantasy romance che introduce il lettore in un fantastico mondo fatto di elfi e magia. Segue le vicende di Fenix, una ragazza di 17 anni dai capelli argentati che si ritrova catapultata, con piacere, in un regno unico e idilliaco. Ben descritto e scorrevole, fa immergere il lettore completamente in ogni ambientazione narrata. In primo piano sono raccontate le relazioni interpersonali dei protagonisti, permettendo alla storia di avanzare, seppur lentamente. Edito da Bookabook e scritto dall’esordiente Mariella Martorelli Loi, regala emozioni, instilla curiosità e rende partecipe il letture in quello che è un mondo idilliaco con un male che sta però per risvegliarsi.

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine Social Facebook Instagram e Telegram per non perdervi mai nulla! Playhero