Crea sito

Il nostro sito utilizza i cookies per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di utilizzo. Il nostro sito potrebbe anche contenere cookies di terze parti, quali Google Adsense, Google Analytics e Youtube. Accettando di utilizzare il sito e di fruire dei suoi contenuti, aconsentite all'utilizzo dei cookies. Abbiamo aggiornato la nostra Privacy Policy.  Cliccate sul bottone per legegrla.

Il Re in Giallo – Recensione

Questa non è la recensione del gdr de Il Re in Giallo e voi non la state per leggere.

Il Re Giallo è un’opera di Robert William Chambers di grande influenza storica che ha ispirato il gioco di ruolo omonimo, il Re in Giallo, ideato da Robin D. Laws. Distribuito dalla Need Games, il gdr a tema investigativo di tipo horror utilizza il sistema di gioco GUMSHOE semplificato, denominato Quickshock. Il cofanetto contiene quattro manuali, ognuno con un’ambientazione diversa, lo schermo del master e le colonne sonore.

Un Viaggio verso la Follia

Durante le vostre sessioni di gioco dovrete affrontare i misteri, i mostri e gli enigmi che sopraggiungono dal regno alieno Carcosa. Cosa sia questo luogo o dove risieda esattamente non ci è dato saperlo. Ciò che sappiamo (o non sappiamo) è che chiunque venga a contatto con questa realtà subirà un mutamento. Spesso negativo.

L’ambientazione cambia a seconda del manuale utilizzato e così anche i personaggi da interpretare. I misteri che dovranno risolvere quest’ultimi sono il collante tra uno scenario e l’altro. È possibile creare un arco narrativo unico, partendo dal primo manuale, “Parigi” sino all’ultimo “Questo è normale” in cui gli avvenimenti del primo scenario alterano realtà ed eventi dei successivi.

Giocando alle varie ambientazioni viaggerete per il mondo, impersonerete diversi protagonisti interconnessi tra di loro ed affronterete pericoli sempre maggiori. Avrete la possibilità d’essere degli studenti americani in Francia alla fine del XIX secolo. Dei soldati durante la guerra continentale nell’Europa della metà del XX secolo. Potrete essere degli ex partigiani, ai nostri tempi, che hanno sgominato un regime dittatoriale o, infine, essere semplicemente voi, nel mondo attuale in cui tutto è normale. Ma è davvero così normale? La realtà a cui siete abituati potrebbe non esserlo ed una semplice maschera inquietante essere il vero volto della follia. È sicuramente più semplice negare ciò che abbiamo di fronte piuttosto che impazzire.

Il Sistema di Gioco

Come già detto in precedenza, Il Re in Giallo utilizza il Gumshoe System, creato dallo stesso Robin D. Laws per giochi investigativi. Il sistema punta ad interpretare gli indizi durante l’avventura, piuttosto che a trovarli. Questo permette di rendere il gioco più fluido e meno stressante. Vi sono diversi tipi di indizi, alcuni dei quali permettono di far andare avanti la trama. Abbiamo quindi gli indizi semplici e fondamentali; schiaccianti ed essenziali.

La creazione del personaggio è semplice e basata molto sulla collaborazione con gli altri giocatori. Vi sono infatti dei ruoli da interpretare. Ogni ambientazione ha i propri ruoli che, nel passaggio tra l’una e l’altra, non si perdono ma si trasformano. Se in “Parigi” eravate un Ritrattista, ne “Le Guerre” sarete un contadino; se eravate una Musa, sarete una fotografa. L’equivalenza non è strettamente necessaria.

Le abilità sono fornite dai Kit, due per l’esattezza. Investigativo, fornito dal ruolo e Generico, scelto basandosi sul background del personaggio. Altri elementi per la creazione sono: la Pulsione, ovvero cosa muove il protagonista, ed i Legami, che fortificano il gioco di squadra. Ultimo, ma non meno importante, è l’Evento Inspiegabile: in ogni epoca ed ambientazione i vostri personaggi avranno assistito ad un evento strano, bizzarro, irreale o spaventoso e questa sarà una delle basi della storia.

Combattimenti e Perdita del Pg

Nonostante il gdr sia a tema investigativo, non mancherà qualche combattimento, specialmente nell’ambientazione Le Guerre. Questi sono semplici e veloci, terminando sempre in un solo giro di turni. Nonostante il fallimento faccia parte della vita, è difficile morire per non aver sconfitto i buttafuori di un locale. A mettere a repentaglio la vita di vostri protagonisti saranno le Carte Ferita e le Carte Trauma. Apposite carte che si ottengono perdendo scontri o fallendo abilità. La morte, comunque, non è la cosa peggior sorte che può capitare al vostro personaggio; potrebbe infatti impazzire e diventare una pedina del Re.

Le Differenze tra i Manuali

Ogni manuale è ambientato in un’epoca diversa. “Questo è normale” è addirittura un’altra timeline. Le differenze sono poche ma necessarie. Oltre all’ovvia ambientazione diversa, le abilità, sia investigative che generiche, sono peculiari per il mondo e per i personaggi con cui si gioca. Inoltre cambiano anche i pericoli lungo il tragitto percorso. Un barista non sarà mai esposto al pericolo quanto un tenente in prima linea durante una guerra… o forse sì? Le minacce di Carcosa si manifestano nei posti e nei modi più strani.

Illustrazioni e Colonna Sonora

Le illustrazioni a stampo realista mostrano un mondo normale contornato da dettagli inquietanti, riuscendo perfettamente nell’obiettivo di angosciare il giocatore. Ovviamente non vedrete mai un segno giallo capace di alterare la realtà facendovi impazzire, quindi non abbiate timore.
Una grande menzione speciale va fatta agli artisti che hanno composta la colonna sonora in allegato. Diversi brani a tema che aumentano angoscia, suspense e immersione nel mondo malato, folle ed alterato del Re in Giallo.

In Conclusione

Il Re in Giallo è un gioco di ruolo investigativo distribuito da NeedGames. Utilizzando il quickshock (GUMSHOE System semplificato) permette un approccio rapido e semplice anche ai novizi. Anche la parte dedicata ai GM è minuziosa e piena di consigli. Considerato che sarà più importante interpretare gli indizi che trovarli, l’immedesimazione nel personaggio e nell’ambientazione è la cosa fondamentale. Avrete la possibilità di interpretare i vostri personaggi in diverse epoche storiche. Incontrare personaggi famosi potrebbe essere quindi all’ordine del giorno, alcuni potrebbero anche essere parte del piano del Re.

In ogni manuale sarà presente una one-shot con cui sarà possibile iniziare le vostre storie, per un totale di 4 avventure che possono essere interconnesse. La colonna sonora da utilizzare durante le sessioni è un tocco di classe che rende l’ambientazione ancora più angosciante ed ispirata. Per gli amanti degli horror, del mistero e dei gdr, il Re in Giallo mette insieme un sistema semplice, fruibile a tutti, che sa emozionare in più modi.

BANNERONE ROSSO SANGUE COAGULATO DA GIORNI:

By Riccardo Avvenimenti

Ma a un certo punto, quasi istintivamente, ci si volta indietro e si vede che un cancello è stato sprangato alle spalle nostre, chiudendo la via del ritorno. Allora si sente che qualche cosa è cambiato, il sole non sembra più immobile ma si sposta rapidamente, ahimè, non si fa in tempo a fissarlo che già precipita verso il confine dell'orizzonte, ci si accorge che le nubi non ristagnano più nei golfi azzurri del cielo ma fuggono accavallandosi l'una all'altra, tanto è il loro affanno; si capisce che il tempo passa e che la strada un giorno dovrà pur finire.

Potrebbe piacerti anche...