Crea sito

Joker: Il sorriso che uccide – Recensione

Torniamo nel modo dei comics americani, esattamente nel mondo DC, per parlarvi dell’ultima opera targata DC Black Label che è arrivata in Italia: Joker – Il sorriso che uccide (Libro uno). Questo fumetto vede alla sceneggiatura Jeff Lemire, ai disegni Andrea Sorrentino e ai colori Jordie Bellaire.

L’albo è proposto in Italia grazie alla gestione Panini Comics, che lo propone in un bel formato “Quaderno” 21.6 x 27.1, per 32 pagine, al prezzo di 5.90.

Prima di cominciare con la recensione vediamo come ci propone l’albo Panini:

“• Nessuno è mai stato in grado di psicanalizzare Joker!
• Il dottor Ben Arnell è però convinto di riuscire a svelare cosa si nasconde nella sua insondabile mente malata…
• Del resto, in nessun modo Joker potrebbe superare le barriere che lui ha costruito attorno a sé, o entrare in casa sua di notte… giusto?
• Jeff Lemire e Andrea Sorrentino si riuniscono per un horror psicologico in cui niente è come sembra!”

Per altre recensioni sul mondo DC, clicca QUI.

L’albo, vede il Dottor Ben Arnell, che cerca di capire la mente più malata e contorta di Gotham: Joker. Quest’ultimo è rinchiuso ad Arkham e parla col medico che sembra volerlo curare, ma quest’ultimo non si accorge di quanto sia vulnerabile davanti ad una mente malate come quella del Joker. Il dottor Arnell, vuole capire cosa porta il clown a commettere i suoi atti cosi malvagi, cercando di estraniarsi al massimo ed evitando di portarsi il lavoro a casa. Non  vogliamo dirvi di più, quindi vi consigliamo di recuperare l’albo.

Jeff Lemire è autore di un albo che è un po’ diverso dai soliti editi dalla casa di Superman & Co. Ci troviamo davanti ad un fumetto che non vede molte battute al suo interno, ma quest’ultime sono ricche e riescono a far capire che la situazione in cui lo psicanalista si è andato ad infilare non è delle migliori. Battute semplici e un ritmo molto rilassato fanno di questo numero il suo punto forte.

A livello artistico ci troviamo davanti ad un ottimo lavoro di Andrea Sorrentino. Un nuovo Joker si pone davanti a noi, molto sobrio ma sempre pieno della sua follia. Il disegno è caratterizzato da un tratto molto semplice, ma che rende tutti i suoi personaggi davvero originali e simili alla realtà. I colori realizzati da Jordie Bellaire, con le tonalità acquerello rendono l’albo unico e davvero appetibile  a tutti.

Nel complesso ci troviamo davanti ad un albo davvero ben fatto e curato sotto ogni punto di vista. Attendiamo il prossimo numero per vedere come si evolverà questa storia.

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine Social Facebook Instagram e Telegram per non perdervi mai nulla! Playhero