Crea sito

La dama degli abissi – Recensione

la dama degli abissi kleiner flug

Frutto della collaborazione tra il Comune di Piombino e la casa editrice Kleiner Flug, La Dama degli Abissi- La storia segreta di Elisa Bonaparte omaggia la figura di questa straordinaria donna. Elisa grazie al suo temperamento riuscì a portare grandi innovazioni al Gran Ducato di Toscana.

All’inizio del volume è possibile leggere le accorate parole rivolte dall’Assessore alla cultura Giuliano Parodi verso Piombino e la sua Principessa.

Ci troviamo nel 1805, Piombino è governata da Elisa Bonaparte, sorella di Napoleone. Ben presto la donna sarà costretta a fronteggiare una minaccia che proviene dagli abissi. Una misteriosa creatura marina dalle fattezze femminili, inizia ad attaccare gli abitanti della città lasciandogli un segno sul corpo come una sorta di maledizione.La creatura brama la restituzione di qualcosa di estremamente prezioso per lei.

Al fianco della donna ci saranno la sua guardia del corpo: Giovanni, un uomo tanto affascinante quanto misterioso e Monaldo, un menestrello fantasma che metterà al servizio di Elisa i suoi talenti ultraterreni. Riuscirà la donna a difendere Piombino da questa improvvisa minaccia marina?

La dama degli Abissi in uscita il 18 Marzo fa parte della collana Viaggi fra le nuvole della Kleiner Flug. Questa casa editrice si è programmata il nobile intento di far conoscere tramite le sue opere la storia di alcune figure di spicco della Toscana.

L’opera è il risultato di un lavoro a tre mani. Francesco Biondi, Alessandro Balluchi e Luca Pinelli hanno unito le proprie passioni e il proprio lavoro dando vita a un volume originale e affascinante.

La protagonista assoluta del racconto è Elisa Bonaparte Baciocchi che ottenne, grazie alla nomina di imperatore del fratello Napoleone, il principato di Lucca e Piombino e successivamente passò al governo di tutta la Toscana.

Da subito si dimostrò una donna forte e caparbia. La donna, per nulla minacciata dalla figura ingombrante del fratello, prende saldamente in mano il controllo del principato riuscendo a  portare numerose innovazioni. Dette nuovo impulso all’economia, alle arti e al commercio sorprendendo i suoi sudditi. Riuscì a mantenere buoni rapporti con il fratello attraverso un’assidua corrispondenza in cui lo teneva al corrente delle sue iniziative.

“Vedrete, mio caro Fratello, se non dico il vero. Piombino verrà presto incoronata come piccola Parigi”.

La graphic novel non vuole essere un romanzo storico ma un omaggio, un racconto pieno di fantasia per ricordare una grande donna. Quindi se in storia avevate 4 e appena la professoressa iniziava a spiegare non perdevate occasione per schiacciare un pisolino, non abbiate paura! La Dama degli Abissi non vi annoierà.

Nell’opera è possibile trovare elementi narrativi che non vi aspettereste: creature fantastiche, fantasmi, maledizioni, un wormhole. Ma il racconto non è solo un fantasy è un’opera piena di sentimenti. Nonostante sia un’opera a carattere fantasy le azioni dei personaggi sono guidate dalla forza dell’amore. L’amore, si sa può essere caratterizzato da innumerevoli sfaccettature.

L’amore di Elisa verso la sua Piombino, che vuole difendere con le unghie e con i denti da una minaccia ultraterrena. L’ amore guida le azioni del mostro disposto a tutto pur di ritornare in possesso del prezioso bene che gli è stato portato via. Ma l’amore sarà la forza che spingerà i protagonisti a prendere decisioni difficili e l’amore a volte può essere anche sacrificio.

Il ritmo della trama risulta dinamico e abbastanza veloce grazie alla presenza di numerosi flashback. La storia nonostatente si concentri principalmente sul personaggio di Elisa è arricchita da numerosi personaggi secondari che infittiscono di mistero il racconto.

Questi personaggi sono tutti ben caratterizzati, ma le loro verità non verranno svelate subito. I colpi di scena non mancheranno e contribuiscono a rendere l’opera dinamica e interessante.

La dama degli abissi è il risultato di un mix di vari generi: è un racconto storico con elementi fantascientifici e poteri sovrannaturali ma strizza l’occhio anche ai più sensibili inserendo anche elementi che faranno piacere ai lettori dal cuore tenero. Il tutto non risulta un polpettone senza senso ma è tutto calibrato al dettaglio risultando una lettura estremamente gradevole e affascinante.

I disegni di Alessandro Balluchi sono dinamici e ricchi di dettagli, sono ben leggebili anche nelle tavole piene di elementi. Il suo tratto è forte è deciso ma allo stesso tempo sa essere dolce quando la trama lo richiede. La cura dei dettagli è evidente sia nella resa dei volti, così ricchi di espressività che negli sfondi paesaggistici. Il volume è completamente a colori. Luca Pinelli ha fatto un grande lavoro arricchendo le tavole usando colori vivi e brillanti che danno ancora più risalto ai disegni.

In conclusione La Dama degli abissi è un’opera consigliata a tutti, è un racconto originale che mette insieme vari generi catturando il lettore. Un omaggio a una grande donna che si fece valere grazie alla sua forza d’animo arricchendo la città di Piombino con varie innovazioni. Una lettura dinamica e ricca di colpi di scena che sicuramente vi verrà voglia di leggere più volte.

Continuate a seguire le nostre news sulle pagine Social Facebook, Instagram e Telegram per non perdervi mai nulla! Playhero. Potete seguirci anche su Youtube e Twitch!