Crea sito

La Via del Grembiule vol. 1 – Recensione

La Via del Grembiule, lo Yakuza casalingo è un divertentissimo manga di Kousuke Oono, edito in Italia da J-Pop che racconta, come si può intuire dal sottotitolo, le vicende quotidiane di un ex-yakuza diventato casalingo e amante delle faccende domestiche. 

Tatsu, detto “l’Immortale”, è lo yakuza più implacabile e temuto della città. Un demone in combattimento, un uomo d’onore pronto a dare la vita per i suoi compagni… E lo è ancora oggi che si è sposato. Solo che adesso i combattimenti sono svendite al supermercato con casalinghe spietate e i suoi compagni sono lavatrice e aspirapolvere. Perché Tetsu (mentre la moglie porta a casa il pane) ha deciso di diventare l’uomo di casa perfetto, ma i suoi vecchi nemici e soprattutto il suo aspetto remano contro ogni buon proposito…

Cosa succede quando un ex-yakuza leggendario e dall’aspetto temibile e dal passato che trasuda sangue, decide di abbandonare la carriera criminale per dedicarsi alle faccende di casa? Per riempire questo buco di curiosità vi basta leggere La Via del Grembiule vol. 1. Ma andiamo per ordine!

Quest’opera, è un manga scritto e disegnato da Kousuke Oono, mangaka di cui non si conosce il sesso anche se, molto probabilmente, dovrebbe essere un uomo. In patria, questo manga è giunto al 5 volume e risulta ancora in corso. Un opera che sta riscontrando un grande successo tanto che, vince alcuni premi e diventa un must consigliato e da consigliare, tanto da ispirare una serie di video promozionali e un live action con la partecipazione di Kenjiro Tsuda nei panni del protagonista.

Come dicevamo, questo manga racconta le vicende di Tatsu, conosciuto come L’Immortale. Uno yakuza leggendario e temuto da tutti i clan rivali, dove si racconta abbia fatto fuori – da solo e in una sola notte – dieci gruppi antagonisti a mani nude. Ma si sà, nella vita ci sono forze ben più temibili in un certo senso e nel caso del nostro Tatsu è l’amore. Infatti L’Immortale, si innamora di Miku, una donna in carriera. Così decide di lasciarsi alle spalle il suo passato criminale e dedicarsi totalmente nel diventare un perfetto uomo di casa, un casalingo.

Ci sono battaglie molto peggiori, tra tutte quella dei SALDI!

La scrittura di Oono, risulta piacevole e diretta. Una delle cose che mi ha particolarmente stupito di La Via del Grembiule, lo Yakuza casalingo è proprio la sua capacita nel farsi leggere. Un plus che si aggiunge all’opera è la ricerca documentata di quello che è questa gomorra giapponese nella realtà. Infatti non mancano tatuaggi tipici, situazioni socio-politici velati con la polizia che sa, ma non fa niente, codice d’onore e rispetto riverenziale. Questi tracciano una linea che racconta verosimilmente quello che è la Yakusa che vive in uno stato di semi-legalità, impensabile in altri paesi.

Questo potrebbe farvi storcere il naso in quanto potreste vederla come “opera pesante” nonostante parliamo di storie autocontenute dove il protagonista Tatsu ha a che fare con: le pulizie di casa, la spesa, la cucina, l’acquisto di regali e saldi (cose mica da poco), sappiate che non è così! La bellezza di quest’opera passa proprio attraverso la capacità dell’autore di saper argomentare scrivendo in maniera leggera, interessante e piacevole.

Ovviamente, sopra a tutto c’è il forte contrasto che viene evidenziato tra Tatsu, quello che era è quello che è diventato. Oono, con semplicità, plasma e ci propone delle situazioni in cui di base c’è dell’umorismo, ilarità e divertimento.

I disegni sono davvero belli e ben curati. Infatti l’impatto grafico rafforza lo storico di Tatsu che, seppur oggi è un casalingo, rimane di indole di stampo mafioso. Per tanto, le rappresentazioni dell’espressioni del personaggio in alcuni momenti risultano paurosi. Quello sguardo mette davvero timore!

L’edizione fisica J-Pop, ormai c’è poco da dire. Ci vizia e lo sappiamo. Basti pensa che, con soli 5,90 Eu. potreste avere il classico formato manga con sovracopertina, curato al dettaglio con una stampa pulita e con una scelta della carta sublime. Ma come detto, J-Pop, simbolo di qualità.

In conclusione, primo volume di La Via del Grembiule, lo Yakuza casalingo è più che promosso. Divertente, ironico e geniale. Un racconto che si legge e si fa leggere con una semplicità e un piacere come poche altre opere sanno fare. Un’opera dove l’umorismo si lega al fascino.

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine social Facebook  e InstagramTwitter e Telegram per non perdervi mai nulla! Playhero.it