Il nostro sito utilizza i cookies per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di utilizzo. Il nostro sito potrebbe anche contenere cookies di terze parti, quali Google Adsense, Google Analytics e Youtube. Accettando di utilizzare il sito e di fruire dei suoi contenuti, aconsentite all'utilizzo dei cookies. Abbiamo aggiornato la nostra Privacy Policy.  Cliccate sul bottone per legegrla.

Le cronache di Eternal Warrior vol. 1 La spada della terra – Recensione

La Valiant è un Universo in continua espansione, ricco di personaggi in grado di sopravvivere alla storia stessa, andando oltre i secoli ed i millenni.
Edizioni Star Comics porta in Italia Le cronache di Eternal Warrior, una serie in tre volumi che narra le prime avventure di Gilad, nella sua eterna guerra al servizio della Casatta della Terra. Un guerriero che ha lasciato dietro di sé una scia di sangue e morte incommensurabile, il tutto per mantenere l’equilibrio della vita.
Il Guerriero Eterno è sicuramente uno dei personaggi più noti di casa Valiant, un immortale che cammina al fianco di un geomante, con lo scopo di proteggerlo, per il volere della dea della Terra.

Greg Pak (Planet Hulk, World War Hulk) questa volta ci presenta una sorta di punto d’inizio al personaggio. Una storia di origini. Ad accompagnarlo un team artistico che va ad impreziosire un racconto già di suo eccelso.
Tra i disegnatori c’è Trevor Hairsine ed il suo stile dettagliato.  Troviamo poi Clayton Crain e Diego Bernard.

Seimila anni

“Dopo secoli passati sui campi di battaglia, Gilad Anni-Padda ha abdicato al suo ruolo di Pugno e Acciaio della Terra per una vita semplice e solitaria. L’immortale Guerriero eterno ha giurato di vivere pacificamente tra i boschi e di non alzare più la sua spada. Finché sua figlia, a lungo creduta morta, non riporta fino alla soglia della sua casa un’antica guerra, e con essa un’eredità mortale, fin troppo grande per un singolo guerriero. Dagli archivi Valiant, le prime storie di Eternal Warrior raccolte in volumi da collezione.”

Il tutto ha principio dal sangue. La guerra è insita nella natura umana da sempre. In questo primo volume si attraversa il tempo, dall’antica Mesopotamia, alle terre del Sogno di Libertà dell’America, nel 1877, arrivando ai giorni d’oggi camminando tra le praterie africane. Siamo ben lontani dal futuro di Gilad intravisto in Fallen World ed in Rai (di Dan Abnett), esattamente 2000 anni. E tutto sembrerebbe andare a convogliare per riunirsi a quel momento, in cui troveremo un immortale decisamente diverso rispetto a quello della storia di Greg Pak. Anche se poi i fatti di quei volumi mostrano qualcosa di differente, ma è impossibile non rivolgere un pensiero.

Vedremo Gilad lottare affianco ai suoi figli in una guerra eterna partendo dalla storia più antica. Saremo testimoni della sua morale e del suo senso di giustizia che a contrapporsi, dopo secoli di carneficine, a quello della divinità che serve. E non come ve lo aspettereste.
Uccidereste una donna ed il suo bambino solo perché vi viene detto che in futuro diverranno una minaccia difficile da estirpare?

Bene e male

Il bene ed il male sono concreti? Le cronache di Eternal Warrior, attraverso lo sviluppo di una storia matura, che si fa forte della caratterizzazione dei personaggi, attraverso le loro azioni e pensieri, ci pone dinnanzi a questioni importanti. Cosa è giusto? Come si diramano gli intrecciati fili del destino?

Le cronache di Eternal Warrior riconferma la qualità editoriale che è la Valiant, la quale ha nulla da invidiare alle editorie più famose.
Nelle pagine non mancheranno delle critiche ben piazzate all’attuale società americana, sul quanto sia facile procurarsi un’arma da fuoco, acquistandola dagli scaffali di un supermercato, ed il finto perbenismo della popolazione. Ciò solo come un frangente, una piccola sezione di una cornice di un quadro più grande, senza che vada quindi a spezzare il ritmo o snaturare la narrazione.

Le cronache di Eternal Warrior è una lettura consigliata agli amanti dell’avventura e di fantasy, di campi intrisi di sangue, di spade ed esplosioni, ma cui punto fondamentale è l’evoluzione dei personaggi.

By Davide Zanella

Giovane appassionato del mondo nerd, ho iniziato ad immergermi in questo mondo un po' come tutti quelli della mia generazione. Catturato dai film Marvel dello scorso decennio sono passato alla controparte cartacea, finendo ad espandermi in altre realtà. Ora provo a far conoscere a più persone possibili la mia passione cercando di parlarne al meglio. Mi potete trovare anche su instagram in @riccidanerd

Potrebbe piacerti anche...