Il nostro sito utilizza i cookies per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di utilizzo. Il nostro sito potrebbe anche contenere cookies di terze parti, quali Google Adsense, Google Analytics e Youtube. Accettando di utilizzare il sito e di fruire dei suoi contenuti, aconsentite all'utilizzo dei cookies. Abbiamo aggiornato la nostra Privacy Policy.  Cliccate sul bottone per legegrla.

Le novità di Settembre di 451

Se a luglio il viaggio di 451 è proseguito con due autori che hanno appassionato – Hideo Kojima da decenni
una delle figure più influenti della cultura pop con Il gene del talento. E i miei adorabili meme e Nick
Harkaway, figlio di John Le Carré con il suo romanzo d’esordio Il mondo dopo la fine del mondo – settembre
non sarà da meno.

Il 15 settembre infatti, arrivano in libreria due grandi nomi:

Anna Kavan, Ghiaccio (traduzione di Giuseppe Costigliola) con la splendida prefazione di Claudia Durastanti.
Affascinante, originale, ipnotico, questo romanzo è ambientato in un’atmosfera post-apocalittica e la Kavan ci porta per mano in un mondo ricoperto da ghiaccio, in una realtà che si snoda tra il sonno e la veglia.
Pubblicato negli anni ’60 Ghiaccio è l’ultima opera, la più matura, di un’autrice dalla vita tormentata che è entrata di diritto nel mondo della grande letteratura surrealista inglese.

“Ci si potrebbe convincere che la Kavan abbia guardato nel futuro. Mezzo secolo dopo la sua prima apparizione, il miraggio lontano di questo romanzo sta iniziando a diventare una possibilità sempre più reale.”

THE NEW YORKER

“La solitudine di un’infanzia trasformata in una realtà allucinatoria come quella del Vecchio marinaio.”

DORIS LESSING

“Potrei parlarvi di alcune scrittrici che sono realmente meravigliose. Una di queste è Anna Kavan che è stata catturata da una foschia e poi da una luce, una luce minuscola che l’ha attraversata.”

PATTI SMITH

Robert Silverberg, Scrivere Fantascienza. Riflessioni e rifrazioni (traduzione di Marco Farinelli). Uno dei grandi veterani della fantascienza contemporanea e vincitore di moltissimi premi nel suo campo tra cui nove Hugo e il premio Nebula. Ci accompagna in un viaggio nella scrittura a partire da Isaac Asimov fino a Philip
K. Dick
con un insieme di consigli, suggerimenti e tecniche, restituendoci l’atmosfera di un periodo irripetibile della storia del genere.
A dare vita all’illustrazione di copertina è la matita di un artista e fumettista italiano che ha riscosso grande successo in America, Simone Di Meo, nominato per due Eisner Awards con il fumetto Li troviamo solo quando sono morti, pubblicato in Italia da Edizioni BD e sceneggiato da Al Ewing (di cui abbiamo pubblicato L’uomo immaginario lo scorso giugno). Simone Di Meo, già copertinista per la DC Comics, inizia così la sua collaborazione con 451; sarà autore di numerose copertine dei prossimi titoli in arrivo quest’anno e il prossimo.


Siamo inoltre lieti di segnalare che entrambi i libri saranno presentati in anteprima a Stranimondi 2021, che
si svolgerà l’11 e il 12 settembre a Milano alla Casa dei giochi.

Continuate a seguire le nostre news sulle pagine Social FacebookInstagram e Telegram per non perdervi mai nulla! PlayheroPotete seguirci anche su Youtube e Twitch!

Inoltre su MangaYo! potete usare il codice sconto PLAYHERO5 e ricevere uno sconto del 5%!

By Dario Torchia

Appassionato di giochi fin dalla tenera età, mi ritrovo inevitabilmente a parlare di videogiochi. Destino? Molto probabilmente sì. "Gli uomini devono essere liberi di fare quello in cui credono. Non è nostro diritto punirli, non importa quanto non siamo d'accordo." - Altair -

Potrebbe piacerti anche...