Crea sito

Matrimonio di convenienza – Recensione

Quale miglior giorno se non quello di San Valentino per parlare di Matrimonio di convenienza, romanzo scritto da Felicia Kingsley e pubblicato nel 2017 da Newton Compton Editori, classificandosi come la commedia più romantica dell’anno.

Come reagireste se vi dicessero improvvisamente di aver ricevuto un’ingente eredità? Accettereste anche se la condizione per acquisirla fosse piuttosto insolita?

A ciò deve far fronte Jemma, la protagonista di questa frizzante commedia dal gusto tutt’altro che zuccheroso, ambientata nella Londra dei nostri giorni.

Truccatrice teatrale di professione, Jemma scopre di aver ricevuto in eredità da sua nonna materna un patrimonio tale da renderla miliardaria, ma nel testamento viene posto un compromesso: la ragazza dovrà sposare una persona con titolo nobiliare.

Solo allora potrà ricevere quanto pattuito.

Ashford, duca di Burlingham, viene a sapere che i conti della sua famiglia sono in rosso e deve evitare che tutti i loro beni vengano pignorati dalle banche.

Per pura coincidenza l’avvocato della nonna di Jemma è anche lo stesso di Ashford e sarà proprio lui a suggerire una soluzione proficua ad entrambi.

Se convoleranno a nozze, infatti, Jemma avrà modo di acquisire il titolo di duchessa e parte del suo patrimonio risolverebbe la crisi finanziaria di Ashford.

Nonostante l’ostilità reciproca nata dal primo incontro, dovranno fingere di essere una coppia felicemente sposata all’insaputa sia della terribile madre di lui sia dei libertini ed hippie genitori di lei.

Jemma dovrà vivere per un anno nell’immensa villa di Ashford. Solo in seguito potranno divorziare, evitando di cadere nell’accusa di truffa da parte dei giudici.

Il loro sarà quindi un matrimonio di convenienza che porterà entrambi ad avere ciò che desiderano.

I due sposi novelli riusciranno a non far emergere il loro segreto?

E, soprattutto, Jemma sarà in grado di sopravvivere con le proprie forze alla sua nuova vita da duchessa o cederà prima del tempo?

Aggraziata e leggiadra come ‘’un tir a quattro assi’’

La scarsa educazione di Jemma unita all’odio fin troppo esplicito nei riguardi del marito creerà una coppia insolita che susciterà non poca curiosità.

Jemma è simpatica e anticonformista. Ha sempre la risposta pronta e provoca ilarità grazie alle sue battute provocatorie.

Appassionata di calcio, non potrebbe perdere una partita giocata dall’Arsenal a costo di vederla in diretta insieme al maggiordomo.

‘’Anche se, a dirla tutta, mi sono sentita più a casa in mezzo ai domestici, in un salotto spoglio per 90 minuti, che tutto un giorno nelle lussuose stanze del palazzo’’

A causa del suo carattere vivace verrà messa in cattiva luce dalla madre di Ashford che le renderà la vita più difficile.

La suocera nutre infatti la speranza che la nuora rinunci il prima possibile al titolo di duchessa di Burlingham divorziando da suo figlio.

L’aver sposato un uomo così influente la renderanno vittima di critiche anche da parte delle pretendenti di Ashford che si ritrovarono spiazzate alla notizia di un frettoloso matrimonio di quest’ultimo.

Jemma è carica di iniziativa e idee brillanti anche se non corrispondenti a quanto prevederebbe l’etichetta.

Sarà dunque suo compito imparare a diventare una perfetta duchessa partendo dai fondamentali che la porteranno a sopportare le occhiate dense di veleno della suocera e capire bene quale siano le sue possibilità grazie al titolo appena acquisito.

Per la prima volta sente di non essere più l’ombra di qualcun altro ma di poter agire come meglio desidera:

‘’Per anni sono sempre stata subalterna a qualcuno, una gregaria, il fanalino di coda, mentre ora ogni decisione, fin nei più piccoli dettagli, sembra richiedere la mia approvazione’’

Stile dell’opera

Lo stile sintattico e lessicale utilizzato da Felicia Kingsley è molto semplice ma ciò non penalizza l’opera che si rivela sin da subito una lettura vivace e con tratti piuttosto divertenti. Uno dei punti forti è infatti il brioso umorismo che vi accompagnerà pagina dopo pagina.

In conclusione

Matrimonio di convenienza, come suggerito dal titolo, presenta toni tutt’altro che mielosi ma non per questo privi di romanticismo. Jemma desidera il principe azzurro nonostante abbia ottenuto solo insuccessi d’amore durante gli anni. Una commedia leggera che vi farà apprendere gli alti e i bassi dell’alta società inglese e l’odio che vi serpeggia dovuto alla rivalità tra nobili di ceto differente.

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine Social Facebook Instagram e Telegram per non perdervi mai nulla! Playhero