Crea sito

Melagrana – Recensione

Melagrana é un fumetto autoprodotto da Attaccapanni Press che ha lancianto una campagna di crowfunding su indiegogo per finanziare il progetto.

Il volume é una raccolta di 17 storie brevi che hanno per soggetto la sessualità e l’eros interpretato secondo lo stile di giovani autori italiani.

Gli autori coinvolti in questo progetto sono: Albhey Longo, Ariel Vittori, Cecilia ‘Lonnom Bao’ Petrucci, Claudia ‘Nuke’ Razzoli, Eleonora Bruni con Beatrice Zeo Bovo, Fabio Mancini, Flavia Biondi, Giopota, Giulio Macaione, Gloria Pizzilli, Greta Xella, Ilaria Urbinati, Jessica Cioffi – ‘Louptyn’, Laura ‘La Came’ Cameli e Giorgio Trinchero, Laura Guglielmo, Lorenzo Fornaciari, Martina Andrea Batelli, Matteo De Longis, Serena Ferrero, Vittoria Macioci.

La cosa che desta subito curiosità é il titolo. Già nell’introduzione, attraverso le prime tavole, si spiega la ragione di questa scelta. Il sesso é un frutto succoso di cui nutrirsi, assaggiarlo può essere dolce o aspro e al pari della melagrana (formata da tanti piccoli chicchi) così la sessualità può essere caratterizzata da tante sfumature.

Nelle varie epoche storiche la sessualità é stata vissuta in modi differenti. Ci sono state epoche in cui veniva vissuta in estrema libertà ed altre in cui si era più puritani. Oggigiorno, nonostante viviamo nel terzo millennio e abbiamo raggiunto una certa liberalizzazione sessuale, per alcuni rappresenta ancora un tabù e parlarne crea ancora disagio. Per questo motivo l’opera é molto importante perché prova a sdoganare dei concetti per alcuni ritenuti ancora “peccaminosi”.

Diverse sono le ambientazioni scelte: si va dall’onirico, al fantasy, passando per evocazioni storiche. Si arriva poi a storie contemporanee in cui si indagano momenti di vita quotidiana fatta di frustrazione, momenti di sconforto, dubbi, paure e incomprensioni che spesso vanno ad intaccare la sfera sessuale.

L’amore e la passione sono due facce della stessa medaglia, a volte coesistono, a volte si sovrappongono, spesso se manca una viene a mancare anche l’altra. Ma, nel corso della vita ci sono anche occasioni che possono spegnerla, come gli impegni, la routine e la lontananza.

Una storia racconta il quotidiano di una coppia con figli, in cui il sesso volenti o nolenti a volte passa in secondo piano a causa degli impegni che aumentano sempre di più. Non resta loro che ritagliarsi un momento per stare insieme nonostante le urla e i bisticci dei bambini.

La lontananza è la protagonista di un altro episodio di Melagrana dove una coppia cerca di rinverdire il proprio rapporto sperimentando qualcosa di nuovo, pensando di inviarsi foto audaci.

In alcune storie viene rappresentato il mondo LGBT, mai in modo banale. Vengono affrontate le paure e le paranoie di chi scopre di avere un’attrazione per il proprio sesso ma alla fine fugge impaurito. C’è chi ne é appagato, chi trova nuove consapevolezze; l’aspetto maggiormente interessante é che le storie sull’omosessualità sono trattate esattamente come tutte le altre. E così dovrebbe essere, senza creare scalpore, senza additare, ma raccontando i dubbi che possono riguardare tutti aldilà della differenziazione di genere.

Il sentirsi insicuri perché si crede di essere meno rispetto al proprio partner. Durante il sesso ci si mette a nudo, ci si affida totalmente ad un’altra persona e questo può dar vita a delle insicurezze, soprattutto quando si ha ancora addosso il bagaglio di una storia finita e non chiusa completamente. A quel punto entrano in gioco i dubbi e le paure.

L’erotismo, pur essendo il protagonista indiscusso di tutte le storie, é quasi un pretesto per parlare di altro, può essere una forma di sperimentazione per capire qualcosa in più di sé stessi o caratterizzare un nuovo inizio.

“Non accade sempre, ma credo che, a volte, gli impulsi che proviamo siano qualcosa di più… delle intuizioni, delle quali è difficile fidarsi. Ma che in alcune circostanze, sono semplicemente inizi.”

Nonostante la presenza di scene esplicite, i disegni non risultano mai volgari. Alcune immagini sono fortemente erotiche e altre sono solo abbozzate. Gli stli sono completamente diversi ed eterogenei, in un mix che non risulta dusturbante ma un compedio di piccole opere d’arte. Il volume della Attaccapanni Press si presenta completamente a colori dando maggior risalto alle tavole.

L’opera vuole spaziare tra le varie sfaccettature dell’eros senza tabù e senza limitazioni intrecciando corpi e sentimenti, senza ridurre il sesso a una semplice pulsione. Ne mostra infatti il vero volto, indagandolo in tutti i modi possibili e immaginabili.

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine Social Facebook Instagram e Telegram per non perdervi mai nulla! Playhero