Il nostro sito utilizza i cookies per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di utilizzo. Il nostro sito potrebbe anche contenere cookies di terze parti, quali Google Adsense, Google Analytics e Youtube. Accettando di utilizzare il sito e di fruire dei suoi contenuti, aconsentite all'utilizzo dei cookies. Abbiamo aggiornato la nostra Privacy Policy.  Cliccate sul bottone per legegrla.

Murder Ballads di Micol Arianna Beltramini e Daniele Serra

Halloween a fumetti: il 26 ottobre arrivano le Murder Ballads di Micol Arianna Beltramini e Daniele Serra

Per gli amanti dell’horror e in occasione della terrificante festa americana, Oscar Ink presenta cinque storie a fumetti che grondano incubi, passioni e ossessioni. E tanto, tanto sangue.

Il 26 ottobre la collana Oscar Ink di Mondadori si arricchisce di un nuovo titolo: Murder Ballads, scritto da Micol Arianna Beltramini (101 Cose da fare a milano almeno una volta nella vita, Vienimi nel cuore, Last Goodbye. Un tributo a Jeff Buckley) e disegnato da Daniele Serra (Hellraiser Anthology, Fidati è amore) tre volte vincitore del British Fantasy Award come miglior artista (2012, 2017 e 2021).

La murder ballad è un sottogenere della ballata basato su fatti di cronaca particolarmente cruenti, che restano impressi nella memoria collettiva soprattutto attraverso il loro adattamento musicale; nel 1996 Nick Cave ha intitolato Murder Ballads un album di struggente bellezza, visivamente incarnato dall’omicidio di Kylie Minogue nel video del singolo Where The Wild Roses Grow.

Gli adattamenti a fumetti raccolti in questo volume non si limitano a raccontare gli eventi narrati nelle ballad, ma li trasformano in storie intrecciate che giocano tra passato e futuro, caso e destino, azioni malvagie e orribili conseguenze delle stesse. Bambini nel bosco, la prima storia, nasce come filastrocca per bambini e si trasforma in disturbante ninna nanna; è fonte di ispirazione per Hansel e Gretel è il nome di archivio di quattro omicidi che hanno come comun denominatore i bambini e il bosco.

Giù al fiume, la seconda storia, contiene l’adattamento delle ballad Knoxville Girl e Omie Wise, entrambe basate su femminicidi: giovani donne massacrate e gettate nel fiume dai loro seduttori, che non volendo sposarle decidono di sbarazzarsi dei loro corpi. E poi non rimase nessuno, la terza storia, è la trasposizione quasi filmica di uno dei massacri più terrificanti dello scorso millennio: Charles Lawson, padre di sei figli, porta la sua famiglia in città a comprare vestiti nuovi e a fare una foto; il giorno di Natale li massacra tutti tranne uno, e poi si spara in testa.

Brigantesse si muore, la quarta storia, affronta il tema del brigantaggio in Italia dal punto di vista delle compagne dei briganti: libere, indomabili, capaci di atti di amore e di vendetta atroci. La quinta storia, Solo un giorno come le rose, reinterpreta in preziose illustrazioni che ricordano le fiabe russe La canzone di Marinella di De André, affiancandola alla storia della vera Marinella: Mary Pirimpò, giovane prostituta milanese assassinata e gettata nel fiume perché sapeva troppo. «In un ormai leggendario giorno d’estate Daniele Serra mi ha mandato un messaggio con una proposta. Mi scrivi una storia di trenta pagine?

La vorrei dark, romantica e possibilmente ambientata in un bosco. Ero in ritardo su altre tre consegne, così avrei dovuto rispondere: grazie, ma davvero non ho proprio tempo. Ovviamente ho cominciato a lavorarci il giorno stesso», scrive l’autrice Micol Arianna Beltramini.

«La prima storia, Bambini nel bosco, è stata la mia risposta al messaggio di Daniele. Le altre sono seguite quasi nostro malgrado, per il semplice fatto che ci stavamo divertendo un sacco. Potrei tentare di salvarci la faccia dicendo che non sospettavamo che ci sarebbe salita tutta questa voglia di raccontare massacri a fumetti… ma a chi vogliamo darla a bere? Ormai è chiaro come il sole che non vedevamo l’ora.»

Le Murder Ballads di Micol Arianna Beltramini e Daniele Serra emergeranno dal buio il 26 ottobre in tutte le librerie e fumetterie d’Italia: giusto in tempo per giocare a dolcetto o scherzetto con voi.

Continuate a seguire le nostre news sulle pagine Social FacebookInstagram e Telegram per non perdervi mai nulla! PlayheroPotete seguirci anche su Youtube e Twitch!

Inoltre su MangaYo! potete usare il codice sconto PLAYHERO5 e ricevere uno sconto del 5%!

By Paolo Monticciolo

Tutto tutto, va bene… vi racconto tutto. Quando ero in terza ho copiato all'esame di storia. Quando ero in quarta ho rubato il parrucchino di mio zio Max e me lo sono messo sul mento per fare Mosè alla recita della scuola. Quando ero in quinta ho buttato per le scale mia sorella Heidi e poi ho dato la colpa al cane… Allora mia madre mi mandò a un campeggio estivo per bambini grassi e poi una volta non ho resistito, ho mangiato due chili di panna e mi hanno cacciato” (I Goonies, 1985)

Potrebbe piacerti anche...