Il nostro sito utilizza i cookies per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di utilizzo. Il nostro sito potrebbe anche contenere cookies di terze parti, quali Google Adsense, Google Analytics e Youtube. Accettando di utilizzare il sito e di fruire dei suoi contenuti, aconsentite all'utilizzo dei cookies. Abbiamo aggiornato la nostra Privacy Policy.  Cliccate sul bottone per legegrla.

Nidavellir – Recensione

Uscito già da qualche mese, nel dicembre del 2020, Nidavellir è un gioco da tavolo competitivo, della categoria German, prodotto dalla casa editrice francese Grrre Games, la stessa che ha in precedenza anche prodotto Super Cats, da noi già recensito, ed edito in Italia dallo Studio Supernova. Questo divertente e semplice gioco da tavolo può essere giocato da un minimo di 2 partecipanti sino ad un massimo di 5, per una partita della durata approssimativa di 45 minuti.

Si va in Battaglia!

Nidavellir è il regno dei nani. Un luogo in cui per millenni la popolazione ha potuto godere di una pace idilliaca. Un giorno però, improvvisamente, la terra iniziò a tremare, sintomo che un male incredibile stava per risvegliarsi, minacciando la quiete di queste terre pacifiche. Dopo secoli di prigionia Fafnir lo Spietato, un drago antichissimo imprigionato da nani e maghi, si è liberato pronto a disseminare distruzione e morte in cerca di oro. Non passerà molto tempo prima che giunga a Nidavellir in cerca dell’enorme quantità di averi accumulati in anni di avidità nanica.

Per far fronte a ciò, il Re dei nani convoca quindi gli Elvaland più forti, rispettabili membri del consiglio e comandanti militari, chiedendogli di formare un esercito in grado di affrontare e debellare l’incombente minaccia draconica. Ogni Elvaland, grazie alle sue doti strategiche, dovrà assoldare i miliziani più coraggiosi, caparbi e combattivi del regno. Chiunque riuscirà a sconfiggere Fafnir riceverà gloria e ricompense, tutti gli altri verranno puniti per la loro incompetenza.

Il Contenuto di Nidavellir

La bellissima scatola di Nidavellir è una di quelle grosse, spesse e pesanti, piene di materiale, che piacciono tanto agli appassionati del genere. Con un concept art a tema e dei colori in contrasto che mostrano magistralmente l’essenzialità del gioco, il packaging risulta ricercato, curato e di ispirazione. All’interno troviamo quattro diversi mazzi di carte. Le carte Nano (con 5 classi diverse, ognuna contraddistinta da un colore) e Offerta Reale, divise in Era 1 ed Era 2. Oltre a queste sono presenti le carte Onoreficenza ed Eroe, utilizzabili in 2 momenti specifici del gioco.

Diversi segnalini, tra cui quelli Taverna, Scambio Gemme e Gemme. I segnalini più importanti però sono quelli delle Monete d’Oro che vanno a formare il Tesoro Reale. Questi segnalini sono 60 in totale, divisi tra 25 base, 1 speciale e 34 tesori reali. Queste monete saranno disposte in un supporto componibile davvero suggestivo.
Infine, ma non ultimi, ci sono le plance di gioco individuali, in cui i vari giocatori andranno a formare il loro esercito, il blocco segnapunti, i supporti per alcuni tipi di carte e l’immancabile regolamento completo di informazioni nel dettaglio, più che utili in giochi come questo!

Prepariamo il Campo di Battaglia!

Di primo acchitto Nidavellir potrebbe mettere un po’ di confusione, soprattutto nei neofiti, per via della mole di materiale e del regolamento lungo (più di 20 pagine), ma la prima impressione è sbagliata! Il gioco infatti è molto semplice e la preparazione molto lineare. Ogni giocatore riceve la plancia individuale di gioco, un segnalino Gemma casuale e 5 monete base. Si formano le taverne, sotto le quali andranno inserite tante carte Nano Era 1 quanti sono i giocatori. Infine si dispongono negli appositi supporti le carte Eroe, Onoreficienza e Tesoro Reale. Ponendo le carte Era 1 ed Era 2 accanto al tesoro reale, e i segnalini cambio gemma sotto le taverne ,il gioco può avere inizio.

Svolgimento di Nidavellir

I turni di gioco sono anch’essi semplici e sono divisi in due parti, rispettivamente di gruppo e individuale. Nella prima bisognerà fare delle offerte per poter accedere per primi alle taverne. Chi farà l’offerta più alta, infatti, potrà decidere per primo quale carta prendere. Le taverne si risolvono singolarmente e per ognuna andrà fatta un’offerta separata ad inizio turno. Risolte le tre taverne, queste saranno riempite facendo ricominciare, prima con le carte Era 1 e successivamente, a seconda di quanti Elvaland sono in gioco, con le carte Era 2.

L’obiettivo del gioco è formare un esercito capace di affrontare il drago. Ci sono diverse strategie attuabili, ma ottenere 5 nani di classi diverse darà accesso ad una carta Eroe. Queste hanno delle abilità speciali che, basandosi sulla propria strategia, potranno portarvi facilmente alla vittoria. Non c’è una strategia migliore delle altre, ma cambiarla in corso d’opera potrebbe essere difficile, quindi accertatevi di fare sempre la scelta giusta durante la fase delle offerte.

La Fine di Nidavellir

Non appena i turni dell’era 2 sono terminati si passa al conteggio dei punti. Ogni classe da un quantitativo X di punti, basati su quanti nani, di quella classe, sono stati assoldati. Ognuna di essa calcola i punti in maniera diversa e vi sono anche degli Eroi Naturali che aumentano i punti raccolti in maniera esponenziale. Chi ha totalizzato il maggior numero di punti è il vincitore.

La Strategia Giusta

Nidavellir è un gioco molto semplice all’atto pratico, ma la componente strategica gioca un ruolo fondamentale. Scegliere sin da subito su quale classe puntare è quasi necessario per massimizzare i punti. Un’altra scelta importante è quella dei vari Eroi da assoldare. Togliere carte nano o eroe utili agli avversari è anch’esso uno stratagemma da tenere in considerazione. Una singola carta può aumentare l’ammontare di punti di un giocatore di molto, quindi bisogna tenere spesso d’occhio l’esercito altrui. Come già detto, non c’è una strategia migliore e si può anche cercare di fare di tutto un po’, utilizzando gli eroi naturali al meglio. Se l’obiettivo però è vincere, adocchiate per bene le carte presenti nelle varie taverne, prima delle offerte, per cercare d’ottenere quelle a voi più vantaggiose.

In Conclusione Nidavellir

La casa editrice Grrre Games crea Nidavellir, un gioco competitivo che metterà a dura prova le vostre abilità da strateghi. In Italia è distribuito dal noto Studio Supernova! Il Drago Fafnir ha fatto nuovamente la sua apparizione mettendo in pericolo la pace nel regno nanico. Il re ha chiesto ai più valorosi Elvaland di formare un esercito per combattere l’imminente minaccia. Con un sistema di gioco semplice basato su offerte per ottenere le carte a voi più utili, l’obiettivo finale è quello di formare l’esercito più forte che vi farà ottenere il maggior numero di punti. Suddiviso in due turni diversi ed in due ere diverse, avrete modo di ingaggiare nani ed eroi, attingere dal tesoro reale ed utilizzare abilità che vi porteranno a formare l’esercito che sconfiggerà il drago, conducendovi alla vittoria. Con un packaging davvero curato e delle illustrazioni a tema, questo gioco da tavolo riuscirà ad ammaliare gli amanti del genere, così come fa l’oro per i nani!

Continuate a seguire le nostre news sulle pagine Social FacebookInstagram e Telegram per non perdervi mai nulla! PlayheroPotete seguirci anche su Youtube e Twitch!

Inoltre su MangaYo! potete usare il codice sconto PLAYHERO5 e ricevere uno sconto del 5%!

By Riccardo Avvenimenti

Ma a un certo punto, quasi istintivamente, ci si volta indietro e si vede che un cancello è stato sprangato alle spalle nostre, chiudendo la via del ritorno. Allora si sente che qualche cosa è cambiato, il sole non sembra più immobile ma si sposta rapidamente, ahimè, non si fa in tempo a fissarlo che già precipita verso il confine dell'orizzonte, ci si accorge che le nubi non ristagnano più nei golfi azzurri del cielo ma fuggono accavallandosi l'una all'altra, tanto è il loro affanno; si capisce che il tempo passa e che la strada un giorno dovrà pur finire.

Potrebbe piacerti anche...