Crea sito

Outer Darkness / Chew Vol. 3 – Recensione

Il terzo volume di Outer Darkness, della Skybound e portato in Italia da Saldapress, è coinvolto in un primo, probabilmente ultimo, crossover con Chew. Questa serie è stata pubblicata tra il 2009 ed il 2016 dalla Image Comics e stampata nel nostro Paese da BAO Publishing, scritta dallo stesso John Layman.

In questo cartonato crossover, Cucina Fusion, troveremo ai disegni il solito Afu Chan, che da subito, col suo tratto, ben si è sposato alla narrazione spaziale e demoniaca della storia. Al team creativo si aggiunge ai disegni Rob Guillory, co-creatore della serie Image Comics insieme a Layman, per rappresentare i protagonisti di Chew nel loro tempo.

Due universi narrativi collidono in questo volume, nato anche per pubblicizzare la futura uscita di una serie prequel di Chew, Chu.
Nel frattempo, qui, Tony Chu salirà a bordo della Caronte sotto il comando del Capitano Riggs. Come reagirà il detective, che grazie ai suoi poteri soprannaturali è in grado di scoprire qualsiasi cosa assaggiando e mangiando le prove, sotto il comando del capitano?
Ma soprattutto, cosa ci fa nel futuro? E come ci è arrivato?

L’inizio della fine

Questa terza apparizione dell’equipaggio più disfunzionale della galassia sarà, purtroppo, l’ultima. Da tempo è stata data la spiacevole notizia della chiusura della serie di Outer Darkness per mancanza di vendite sufficienti a giustificare il suo proseguimento. L’autore, John Layman, non potrà di conseguenza continuare a narrare le gesta del Capitano Riggs dato che i diritti dell’opera sono in mano alla casa editrice Skybound, a meno che in futuro non decida di riscattare il proprio lavoro. Cosa che riguarda Chew, i cui diritti sono in possesso dello stesso Layman. In questo caso la realizzazione del prequel, Chu, non sarà pregiudicata.

Cucina Fusion

Nota: questa storia si svolge nel corso della “prima stagione” di Outer Darkness, da qualche parte tra gli episodi 6 e 10. Si svolge anche dopo l’episodio 60 di Chew. Ma anche durante Chew episodio 18

Il terzo volume di Outer Darkness, Cucina Fusion, contiene i tre capitoli dedicati al crossover con la serie Chew. Il Capitano Riggs ha il compito di prendere parte ad un negoziato diplomatico con una specie aliena, possibile alleata commerciale. Il problema sta nel fatto che tale razza è in grado di comunicare solamente attraverso il cibo e, onde evitare equivoci, è neccessario il supporto di un esperto in tale campo, un “cibopatico“.

La prego altresì di porgere le mie scuse per la morte del precedente diplomatico. Ciò che il suo soufflé insinuava su mia madre era offensivo e del tutto fuori luogo.”

Ma come sono riusciti a trasportare i personaggi di Chew nelle pagine di Outer Darkness? Questo spetta a voi scoprirlo leggendo un’avventura a dir poco geniale e divertente.

La narrazione lascia spazio anche allo sfondamento della quarta parete, o comunque a qualcosa che può ricordarlo. La storia si presenta quindi in modo originale al lettore che non può non lasciarsi trasportare dall’atmosfera comica costruitagli attorno, forse proprio a causa della presenza di Tony Chu e del suo compagno cyborg.

Non possono mancare le tinte terrificanti a cui siamo stati abituati dalle rappresentazioni di Afu Chan che continuerà a disegnare gli scenari dello spazio e della Caronte. Per quanto riguarda il XXI° secolo è invece Rob Guillory a prendere in mano la matita, e si tratta, ovviamente, di una scelta più che giusta.

Cibo e risate

Outer Darkness si conclude quindi attraverso una storia spin-off che dà giustizia alla storia, rendendo meno amaro l’addio alla serie. Nonostante noi tutti avremmo desiderato leggere come sarebbe proseguita la disavventura del Capitano Riggs, dopo i fatti del secondo volume.

Cucina Fusion in 57 pagine costruisce una sceneggiatura più che piacevole, dai risvolti imprevedibili con una costruzione dell’ambiente e dei suoi personaggi quasi esagerata, ma è anche questo il piatto forte, distribuendo power up esilaranti.

Questa è un’opera da consigliare assolutamente, non solo per collezionismo di appassionati, ma anche perché merita un posto nella propria libreria. D’altronde cosa si vuole di più di esorcismi nello spazio mentre si effettua un negoziato tramite il cibo, e che unisce i personaggi di due serie differenti?

Inoltre, come ben ci ha abituato Saldapress, in appendice sono presenti diverse cover dedicate a questo singolare crossover. Non ci resta quindi che aspettare la pubblicazione della serie prequel di Chew anche in Italia e, perché no, una ristampa dei 60 numeri del fumetto originale.

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine Social Facebook Instagram e Telegram per non perdervi mai nulla! Playhero