Crea sito
Pharaon

Nella cultura egizia il viaggio più importante è quello che conduce verso l’aldilà. In Pharaon sarete i figli del faraone intenti a preparare questo viaggio al meglio, accumulando risorse, offerte e migliorando la vostra camera sepolcrale.

Creato da Sylvain “Sylas” Lasjuillarias ed Henry “Pim” Mollinè, illustrato da Christine Alcouffe e distribuito dalla Studio Supernova, Pharaon è un gioco da tavolo da 1 a 5 giocatori e della durata di circa 60 minuti.

Pharaon è un gioco strategico ed è basato sulla raccolta di risorse per ottenere più punti prestigio (PP) degli altri giocatori e la competizione tra quest’ultimi è un tassello fondamentale.

Dentro la scatola troverete diverso materiale: un tabellone “Tavola degli Dei” componibile (diviso in 6 parti di cui una ruotante da posizionare al centro) ed un secondo tabellone “Piramide del Tempo”.

Diversi segnalini tra cui quelli Risorsa, Offerta e Vaso Canopo, 5 serie di segnalini di legno divisi per colore (1 cubico, 1 disco grande e 6 dischi piccoli) ed i segnalini singoli Faraone, Primo Giocatore e Direzione; troverete inoltre 2 tipi diversi di carte suddivisibili in “Nobile” e “Artigiano”, oltre ad un sacchetto di tessuto in cui inserire i segnalini offerte ed un blocchetto per segnare i punti. Infine avrete a disposizione 5 tessere “Traditore” utilizzate solo ed esclusivamente per la modalità in solitaria.

Preparazione

Nonostante la grande mole di materiale presente nella scatola, il gioco, grazie alla disposizione delle icone nel tabellone, rende facile, anche ai meno esperti, prepararlo velocemente. La “Tavola degli Dei” è divisa in 5 aree, ognuno con un compito diverso, che rendono intuitivo il posizionamento di tutto quanto il materiale a disposizione.

Nell’area delle “Offerte” andrete a mettere, in coppia, i rispettivi segnalini, ma non prima di averli messi tutti nel Sacchetto delle Offerte.

Nell’area dei “Nobili” e nell’area degli “Artigiani” andrete ad inserire le rispettive carte, ma prima di questo dovrete scegliere, casualmente e per ogni giocatore, un Nobile con cui iniziare il gioco.

Nell’area del “Nilo”, vi sono 5 colonne, ognuna con un colore diverso, ed alla base di queste andrete ad inserire i dischi di legno piccoli.

Nell’ultima area, quella della “Camera Sepolcrale”, in cui vi sono 7 icone più una iniziale, va posizionato l’unico segnalino cubico di legno. Fatto ciò posizionate le carte Nobile e Artigiani rimanenti nelle proprie aree, mettete al di sopra del tabellone “Tavola degli Dei” quello “Piramide del tempo” ,su cui andranno messi i dischi di legno grandi, accanto a questo andrete a mettere tanti segnalini “Vaso Canopo” quanti sono i giocatori, quelli rimasti andranno posizionati lì a fianco. Si sceglie un giocatore iniziale, a cui andrà il segnalino annesso, si tira quello “Direzione” per capire se la Ruota delle Azioni ruoterà in senso orario o antiorario e potrete iniziare la partita.

Svolgimento del Gioco

In ogni round i giocatori hanno due opzioni: la prima è compiere l’azione di un’Area, ma prima di poter fare ciò bisogna pagare il costo d’Accesso di quest’ultima, indicato nella Ruota delle Azioni, equivalente ad un’unica risorsa di uno specifico colore. Fatto ciò si deve anche pagare il costo dell’azione, ed ogni area ha un costo diverso. Svolgere l’azione delle varie Aree permette di ottenere diversi benefici come:

  • ottenere Carte Nobile, provviste di svariati bonus che possono essere ad attivazione o permanenti;
  • ottenere Carte Artigiano, su cui sono stampate delle risorse e dei PP che si ottengono immediatamente;
  • avanzare nelle colonne del Nilo, ottenendo più PP più si va in alto;
  • migliorare la propria Camera Sepolcrale con un guadagno di PP considerevole;
  • ottenere risorse grazie alle Offerte.

Ad ogni turno si può fare una ed una sola azione, svolta quella il turno passa al giocatore successivo. La seconda opzione è Passare. Qualora non si abbiano risorse a sufficienza per pagare il costo d’entrata o d’azione di un’area, o semplicemente si voglia passare per via di qualche strategia, quest’azione è la miglior cosa che resta da fare.

Passando non si possono più svolgere azioni ma si ottengono le risorse impresse su uno dei Vasi Canopo accanto alla “Piramide del Tempo”, si ottiene il segnalino Primo giocatore (solo per il primo che passa) e si procede nella Piramide per ogni turno in cui si rimane in questo stato. La Piramide fa ottenere risorse ogni turni in cui vi si rimane. Non appena tutti i giocatori passano si inizia nuovamente il round, si tolgono i segnalini risorse nella Ruota delle Azioni, si riempie la sezione delle offerte e si girano nuovi Vasi Canopo. La partita termina non appena, al quinto round, tutti i giocatori hanno passato.

Obiettivo del Gioco

Come già detto precedentemente, l’obiettivo finale del gioco è fare più punti degli altri giocatori. In questo, Pharaon, si sbizzarrisce come pochi altri giochi. Dimentica la possibilità di perdere risorse, accantona l’idea che i punti ti vengano sottratti in qualche modo e non pensare minimamente alla possibilità di non fare punti in un turno.

Questo gioco ti permette di fare punti sempre, a prescindere da tutto e spesso anche passando. Potrebbe quindi sembrare che il gioco sia semplice o noioso per la quantità di PP che si possono ottenere. Far punti passando? Ma siamo matti? Tutt’altro! La strategia dietro ogni azione ed il ragionamento sui turni futuri, tuoi e degli avversari, neanche si stesse giocando a scacchi, rende il gioco dinamico e molto, molto, davvero molto competitivo.

Le aree del tabellone, che hanno un limite di utilizzi, costringono i giocatori a ragionare sulla propria azione che può, e spesso deve, bloccare l’azione futura degli altri giocatori. La Ruota delle Azioni, che si sposta di round in round, ti farà scervellare su quale risorsa sia meglio conservare e la possibilità di essere il primo giocatore nel round successivo, passando per primo, permette di prendere decisioni al di fuori dell’ordinario. Come se non bastasse, ogni colonna che divide le aree sorregge un dio che ha bisogno di tributi. Fare questi tributi, soddisfacendo alcuni requisiti, ti permetterà di ottenere altri PP.

Offrendo doni agli dei, migliorando la propria camera sepolcrale e gestendo Nobili e Artigiani, Studio Supernova porta in Italia un gioco strategico davvero ben strutturato. Collezionare le giuste risorse per eseguire la giusta azione può cambiare le sorti della partita.

In Conclusione

La complessità iniziale potrebbe scoraggiare. Soprattutto chi non è avvezzo a questo genere di giochi, infatti, potrebbe trovare difficile rifarsi sugli avversari. Ma compreso il meccanismo risulta semplice e gratificante, specie per chi della competizione ne fa il proprio pane quotidiano. La possibilità di giocare in solitaria, grazie alle tessere del traditore, permette ai singoli di migliorare nel gioco e scoprire nuovi o più veloci metodi per far punti. Insomma, armatevi di pazienza e coraggio, il viaggio verso l’aldilà è una cosa seria!

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine social Facebook  e InstagramTwitter e Telegram per non perdervi mai nulla! Playhero.it