Il nostro sito utilizza i cookies per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di utilizzo. Il nostro sito potrebbe anche contenere cookies di terze parti, quali Google Adsense, Google Analytics e Youtube. Accettando di utilizzare il sito e di fruire dei suoi contenuti, aconsentite all'utilizzo dei cookies. Abbiamo aggiornato la nostra Privacy Policy.  Cliccate sul bottone per legegrla.

Play Festival del Gioco sbarca anche su Marte

Play Festival del Gioco sbarca anche su Marte

A CIRCA DUE SETTIMANE DALL’EVENTO ORGANIZZATO DA MODENAFIERE

Annunciata la presenza di Roberto Orosei, lo scienziato che ha scoperto l’esistenza dell’acqua sul Pianeta Rosso, e di Leprechaun, costumista dei colossal. Tra le novità un intero padiglione dedicato ai Librogame. A Fiorano prologo con la “Tavola Esagonale”.

Modena, 23 agosto 2021. A circa due settimane dall’inizio di Play Festival del Gioco, che torna dal 3 al 5 settembre prossimi dopo un anno di stop a causa della pandemia Covid-19, il programma si amplia arrivando a coinvolgere ulteriori esponenti illustri del mondo accademico e della scienza, allestendo, per la prima volta, un intero padiglione dedicato ai Librogame e andando anche a “estendersi” rispetto al tradizionale perimetro degli spazi della fiera di viale Virgiliocon un “prologo” ospitato dal Comune di Fiorano Modenese.

In particolare, è stato aggiunto nel calendario un evento dedicato alle missioni su Marte con ospiti Roberto Orosei, lo scienziato che per primo a livello internazionale ha scoperto l’esistenza dell’acqua sul Pianeta Rosso, e Enoch Fryxelius, una delle menti dietro il successo di “Terraforming Mars”, gioco da tavolo di grande successo edito da Ghenos Games e ispirato proprio alle recenti operazioni spaziali. L’iniziativa è in programma nella Sala Moreno di ModenaFiere alle 18 di sabato 4 settembre. I protagonisti dell’incontro si confronteranno per mettere in risalto i punti di contatto tra scienza e gioco e su come una partita tra amici possa evolvere in un momento di arricchimento culturale collettivo, con ampio spazio per dialogare con i presenti. L’evento è promosso in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e il Game Science Research Center.

Altro nome atteso dagli appassionati del settore presente a Play Festival del Gioco è quello di Leprechaun, al secolo Gabriele Stazi, fondatore dell’emporio del “Kloor’a’Kawn” che dal 2006 ha iniziato a realizzare costumi per i giochi di ruolo dal vivo per poi avere successo anche nel cinema e a teatro, collaborando in importanti film internazionali quali la versione del 2016 di “Ben Hur”, “Exodus” e “Pirati dei Caraibi”. Tre i workshop che lo coinvolgeranno, in calendario sabato 4 settembre alle 10 e alle 18 e domenica 5 settembre alle 10 nell’area esterna del Quartiere Fieristico, in cui saranno svelate le tecniche di lavorazione del cuoio per costumi dedicati ai giochi di ruolo dal vivo.

Per chi invece è amante di Dungeons & Dragons, il gioco di ruolo per eccellenza che dal 1974 ha messo a confronto milioni di appassionati, domenica 5 settembre è stata organizzata un “Epic” di quattro ore in cui avventurieri provenienti da tutta Italia si incontreranno nella Sala 400 con un solo obiettivo: sconfiggere il boss finale. La sfida è promossa dall’Adventurers League Adriatica e avrà inizio alle 14: necessaria la registrazione al link forms.gle/Tnc72qDsZuM6J2hT7.

Fiorano Modenese torna invece la “Tavola Esagonale”, un momento importante di condivisione e comunicazione dei saperi ludici, della ricerca sul gioco e sul giocare in ambito accademico e professionale organizzato in collaborazione con l’Associazione PlayRes e il GAME Science Research Center. L’appuntamento è in programma per giovedì 2 settembre: la Biblioteca Ludoteca Bla di Fiorano, in due sessioni dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18.30, ospiterà due tavole rotonde. Al mattino parteciperanno relatori di estrazione accademica quali Maresa Bertolo del Politecnico di Milano, Francesca Antonacci dell’Università degli Studi di Milano, lo psicologo e ricercatore Alan Mattiassi Michele Bellone, biologo e giornalista scientifico, moderati da Andrea Ligabue. Allo Spazio Polifunzionale di via Vittorio Veneto a Fiorano, dalle 14, a cura de “Il Congegno di Leonardo” la sessione dal titolo Edularp.it, in cui verranno approfonditi metodi didattici basati sull’esperienza in prima persona di situazioni reali o meno da parte degli studenti, chiamati a interagire come partecipanti in uno scenario di simulazione guidato dagli educatori. In questo contesto, dalle 21 alle 24 sarà possibile anche provare in prima persona un gioco di ruolo dal vivo educativo.

Decisamente da evidenziare anche la novità assoluta legata ai Librogame. Per la prima volta gli appassionati del settore avranno a disposizione un intero padiglione che ospiterà proposte nuove, ma anche ristampe di libri di successo. Per l’occasione, si rinnova la collaborazione tra Play Festival del Gioco di Modena e Librogame’s Land, lo storico portale dedicato alla narrativa interattiva, già protagonisti del ‘quadrilatero del librogame’ dell’edizione Play 2019. LGL ha organizzato iniziative ed eventi legati alla narrativa interattiva, proponendo attività ludiche, letture guidate, conferenze e incontri con autori e disegnatori nel nuovo spazio dedicato esclusivamente ai librogame. Librogame’s Land ha ideato appuntamenti come il Meet and Play, presso la Sala Moreno, dove incontrare l’autore e giocare al suo librogame, oppure sessioni di gioco e demo, presso il tavolo di LGL proprio al centro dell’area librogame nel Padiglione D. Evento centrale degli appuntamenti previsti è la conferenza dedicata al presente, passato e futuro del settore in Italia, con tutti gli editori di librogame della fiera che si terrà al Primo Piano – Sala 100, sabato 4 settembre alle ore 12. Durante l’evento ci sarà anche la Premiazione Ufficiale del Concorso “I Corti” 2021 e la Presentazione del Premio Play 2022 dedicato ai Librogame.

Tema dell’edizione 2021 di Play Festival del Gioco, come anche della “Tavola Esagonale” di Fiorano, è la “Rivincita”, concetto scelto dagli organizzatori per provare a lasciarsi definitivamente alle spalle un anno segnato dalla pandemia Covid-19, ma anche come riscoperta di un valore tramite il quale due rivali nel gioco tornano subito amici al termine di una sfida, chiedendo magari di mettere in discussione il risultato e ricominciare da capo.

La manifestazione è organizzata da ModenaFiere, in collaborazione con Ludo Labo e il supporto del Club TreEmme, La Tana dei Goblin e La Gilda del Grifone. Play si svolgerà nel pieno rispetto di tutte le normative per il contrasto del Covid- 19, tra le quali l’obbligo di acquistare on line il biglietto e di presentare il Green Pass per tutti coloro che prenderanno parte all’evento. Sul sito 2021.play-modena.it ci sono tutte le informazioni per prenotare i posti disponibili per partecipare alla kermesse.

Continuate a seguire le nostre news sulle pagine Social FacebookInstagram e Telegram per non perdervi mai nulla! PlayheroPotete seguirci anche su Youtube e Twitch!

Inoltre su MangaYo! potete usare il codice sconto PLAYHERO5 e ricevere uno sconto del 5%!

By Paolo Monticciolo

Tutto tutto, va bene… vi racconto tutto. Quando ero in terza ho copiato all'esame di storia. Quando ero in quarta ho rubato il parrucchino di mio zio Max e me lo sono messo sul mento per fare Mosè alla recita della scuola. Quando ero in quinta ho buttato per le scale mia sorella Heidi e poi ho dato la colpa al cane… Allora mia madre mi mandò a un campeggio estivo per bambini grassi e poi una volta non ho resistito, ho mangiato due chili di panna e mi hanno cacciato” (I Goonies, 1985)

Potrebbe piacerti anche...