Crea sito

Rocketo, viaggio nel mare nascosto vol. 1 – Recensione

Amo Rocketo. E’ uno di quei libri che rappresenta quanto di meglio, in talento e visione, il fumetto possa offrire. E con queste parole, di cui ve ne riportiamo solo una brevissima parte, Alex Ross introduce i lettori a quest’opera ripresa da Double Shot, scritto e disegnato da Frank Espinosa e Marie Taylor.

Sono trascorsi 2000 anni dalla Grande Distruzione del pianeta Terra. Nuovi uomini sono stati creati per questo Mondo Nuovo. Tra di loro ci sono i Cartografi, che esplorano continenti sconosciuti, mappano la profondità degli oceani, attraversano nuove giungle e deserti , guidando gli altri alla scoperta del loro mondo. Questi sono i viaggi di Rocketo Garrison.

Prima di introdurvi verso quest’opera che profuma di avventura, è doveroso fare un recap. Quello che stiamo custodendo tra le mani e che stiamo per recensire, che ricordiamo essere edita da Double Shot, è – per l’appunto – una nuova re-edizione di Rocketo, viaggio nel mare nascosto vol. 1. Un capolavoro, uscito tra il 2005-2006 per Image Comics e nominata agli Eisner Award per diverse categorie tra cui “miglior nuova serie”.

Ma chi è dunque Frank Espinosa? Un’artista di enorme livello: ha lavorato nella sua carriera per la Walt Disney Animation e in seguito è stato Art Director presso la Warner Bros, dove ha ridisegnato i personaggi dei Looney Tunes e creato i Baby Looney Tunes e la serie completa di francobolli Looney Tunes.

Nel 2006 e 2007 è stato Visiting Professor per il Martin Luther King jr. Scholars Program del Massachusetts Institute of Technology  (MIT), ha collaborato con la Ohio State University, ha sviluppato una serie di fumetti per la Princeton University e realizzato la graphic novel Salvatore Ferragamo, Nascita di un Sogno basata sulla vita dell’imprenditore italiano, di cui sono state esposte le illustrazioni nelle vetrine dei negozi Ferragamo di tutto il mondo. E dulcis in fundo è anche Direttore Artistico della Scuola Internazionale di Comics di Firenze.

Vi trattengo ancora un po’ per ricordarvi una delle cose più importanti per qualsiasi appassionato e collezionista. Sappiate che potete avere la copia, di questo splendido cartonato, autografato da Frank direttamente a questo link Amazon. Affrettatevi per accaparrarvi la vostra copia autografata.

Pronti a veleggiare verso i segreti del Mare Nascosto? 

Raccontare Rocketo, viaggio nel mare nascosto vol. 1, non è semplice. E’ difficile recensire qualcosa di così immenso. Un racconto, una storia che trascende le regole del classico fumetto. Un’opera capace realmente di fare sprofondare il lettore, ignaro spettatore, in un nuovo Mondo.

Qualcosa di nuovo, di rivoluzionario già allora, ma volendo anche oggi nonostante gli anni trascorsi. Qualcosa che va oltre lo stereotipo delle nuove origini, nuovi costumi, dell’eroe morto (e resuscitato troppo presto), poteri insoliti ecc. Un mix letale (in senso buono) di stili e di cose esagerate, ma curate maniacalmente. Un mondo dispotico, animali parlanti, una storia che sembra scritta e partorita da un featuring tra Edgar Rice Burroughs e Jules Verne con elementi alla Giasone e gli Argonauti mixato a Indiana Jones e Mad Max. Si avete letto bene! Ma gli inviti, dell’obbligo all’acquisto, verranno dopo.

Frank segue degli step ben prestabiliti alla creazione di questo fantastico mondo. Un storia fantasy con creature magiche e strane, una storia futuristica con tanto di navi-robottoni e non solo. Per Espinosa, tutto è possibile! L’autore parte dal tema che ha scelto e costruisce il tutto di conseguenza. Determina le regole e le fondamenta di questo mondo. Inventa e ricrea con un’ossatura solida. Pianifica l’aspetto di tutto ciò che gravita attorno ad esso e considera, sempre, gli elementi più importanti della storia in un ritmo crescente dall’inizio alla fine.

La storia, scritta da Frank Espinosa, è qualcosa che spicca di fascino inusuale e particolare. Famigliare, sicuramente gradevole e elegante. In un certo senso, leggendo e sfogliando le pagine di Rocketo, vi sentirete a casa. Non so perché, ma la sensazione è quella di stare leggendo qualcosa di sensazionale. Si ci carica di entusiasmo! Ecco, è questo l’effetto che percepirete. Ma se da un lato vi saprà di famigliare, dall’altro, nel corso della lettura, lo sentirete come qualcosa di tremendamente alieno e impossibile da catalogare dentro ad un genere. Dire bello o sprecandoci, “bellissimo”, è riduttivo ed un’offesa all’opera stessa.

Il comparto artistico, in Rocketo, viaggio nel mare nascosto vol. 1, è eccezionale. Ogni pennellata è un’opera d’arte. Verosimilmente, Frank Espinosa, ha qualcosa di Dean Haspiel (o viceversa presumo) con la differenza sostanziale che Frank è davvero unico nel suo stile. Infatti, una delle particolarità stilistiche in Rocketo consiste proprio nel disegno. Frank utilizza pochi tratti, essenziali. Questo potrebbe farvi presumere a pochi dettagli… ed invece no! Sfogliare per credere. Ma la genialità di Espinosa sta proprio nell’utilizzare poche linee che si intersecano e s’incastrano tra di loro creando, con una pulizia estrema, arte allo stato puro.

Ma la primissima cosa che vi farà sobbalzare sarà ovviamente il formato. Infatti, il suo formato paesaggistico, vi darà il senso delle vecchie strisce d’avventura, ma presentato in un modo particolare che spinge – in un certo senso – ciò che state vedendo. Le pagine sono disposte come folli sfumature di colore su carta per dare un senso di velocità e urgenza mai visto in nessun fumetto. Un formato che in America chiamano “landscape” ed è un’evoluzione degli storyboard del mondo dell’animazione da cui, non per niente, proviene Frank.

In conclusione, Rocketo, viaggio nel mare nascosto vol. 1. edito dalla Double Shot, è una storia che presenta un mondo completamente formato, diverso da qualsiasi altro che abbiate mai visto. Con un senso di mitologia profonda, nuova ancora oggi (nonostante i suoi anni) e originale. Un lavoro profondamente personale questo di Espinosa, pieno di azione, narrazione e avventura. Questa è davvero una storia diversa, piena di un sacco di immaginazione, talento, e uno stile illustrativo unico. Capace di riporta indietro i lettori a un tempo in cui mondi fantastici hanno catturato l’immaginazione di milioni di persone.

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine Social Facebook Instagram e Telegram per non perdervi mai nulla! Playhero