Crea sito

Samuel Stern 10: L’altro inferno – Recensione

Ad accompagnarci, verso il finale di questa estate fuori della norma, c’è il nostro demonologo preferito, Samuel Stern. Infatti l’opera, edita Bugs Comics , arriva in doppia cifra raggiungendo il decimo numero della serie.

Questo nuovo numero vede alla sceneggiatura, Massimiliano Filadoro e ai disegni Annapaola Martella.

Vediamo come la Bugs Comics ci presenta questo decimo numero della serie intitolato “L’altro inferno”:

“Una casa isolata sopra una scogliera. Un libro infinito che nasconde un oscuro segreto. E un enigma, al quale Samuel dovrà dare una risposta. Cos’è l’inferno?”

Prima di cominciare con la recensione vi consigliamo di leggere le recensioni precedenti se non lo avete già fatto, cliccando QUI.

E’ una giornata normale per il nostro Samuel, che si trova nella libreria di Angus dove lavora, finché in tarda serata, poco prima di chiudere arriva una lettera, proprio per il nostro demonologo. Questa attira l’attenzione di tutti, anche per il messaggio che contiene e per il fatto che sia scritta su una pagina di un libro intitolato ‘L’altro inferno’.

Questo libro non è noto né a Samuel né ad Angus, e sembra che non esistano delle copie. Questo fa incuriosire il nostro Samuel che partirà con la sua moto per scoprire cosa ci sia dietro. Questo lo porterà a una  casa sulla scogliera, casa Delgado. Non vogliamo dirvi di più, quindi vi lasciamo alla lettura di questo albo che trovate in edicola già dal 29 Agosto.

Massimiliano Filadoro, ci propone una storia diversa da quelle lette fino ad ora. Infatti qui Samuel Stern parte per una missione in solitaria per capire cosa stia succedendo dentro casa Delgado, una casa che sembra essersi persa in un loop inspiegabile. Il ritmo della narrazione è sostenuto, con una buona attenzione ai particolari.

Questi piccoli accorgimenti riescono a far immergere totalmente il lettore in una storia che sembra un film. Rispetto agli albi precedenti si nota il cambio della gestione complessiva di come viene scritto l’albo, infatti si può notare la mancanza dell’amico Duncan, mentre vengono coinvolti di più altri personaggi, come Angus Darryleng. Oltre a questa vi sono altre novità in questo numero, che rendono le avventure di Samuel sempre fresche e coinvolgenti.

Dal punto di vista artistico, Annapaola Martella, ci propone delle tavole che risultano essere piacevoli. Il tratto delle volte può sembrare impreciso, ma noi lo traduciamo come una scelta artistica che spazia in maniera variegata. Punto di forza del suo stile artistico sono le scene dove regna l’oscurità, qui l’artista mostra livelli molto alti. Molto belle anche alcune tavole, nelle quali i pensieri di Samuel si mischiano con la storia. Espediente che rende questo volume quasi come se fosse un film.

Complessivamente ci troviamo davanti ad una storia che si discosta completamente da quelle lette in precedenza ma che ne amplia la visione di Samuel Stern. Gli autori sono bravi nel completarsi a vicenda, sfornando un ottimo albo.

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine social Facebook  e InstagramTwitter e Telegram per non perdervi mai nulla! Playhero.it