Crea sito

Samuel Stern 15: Nel profondo – Recensione

Come ogni mese, Samuel Stern torna in edicola per portarci una nuova avventura del nostro demonologo preferito. Ricordiamo che questa serie nasce sotto la casa editrice romana Bugs Comics, che l’ha lanciato da più di un anno.

In questo quindicesimo numero vediamo alla sceneggiatura Francesco Vacca, volto nuovo per le storie di Samuel Stern. Mentre ai disegni troviamo Pietro Vitrano. Prima di cominciare con la recensione, vediamo come ci viene presentato l’albo dalla casa editrice, che si intitola “Nel Profondo”:

“E se Samuel fallisse? Cosa accadrebbe se l’ombra prendesse il sopravvento e l’essere umano perso per sempre…nel profondo?”

Ricordiamo, che potete trovare tutte le recensioni antecedenti a questa cliccando QUI.

In questo nuovo albo, Samuel e Duncan si sposteranno verso Belfast, visto che sono stati chiamati da un parroco della città per un avvenimento davvero strano avvenuto all’interno di un locale a luci rosse. Da qui in poi i due esorcisti incontreranno varie persone, come il diretto interessato Greg Dunbar, sua moglie ma anche il suo psicanalista il dottor Robertson. Per Samuel sembra essere un caso troppo semplice, e questo lo porterà a indagare e a scoprire cose davvero strane. Se volete saperene di più, vi consigliamo di andare a recuperare l’albo uscito questo mese in edicola.

Lo sceneggiatore, Francesco Vacca, riesce a creare una bella storia, ricca di intrighi e di sangue, oltre ad alzare ancora di più l’asticella. Questo grazie a ritmi di narrazione davvero sostenuti e coinvolgenti per il lettore. Inoltre in questa storia abbiamo un epilogo al quanto differente rispetto a quelli degli scorsi Samuel Stern, e questo stuzzica la curiosità del lettore. Oltretutto, per la prima volta, vediamo sia Samuel che Duncan veramente in difficoltà nell’imporre la loro volontà sul male.

Dal punto di vista artistico abbiamo davanti disegni ben fatti. Questo grazie ad una buona strutturazione del personaggio, ma anche alla caratterizzazione dello stesso. Tutte le scene “splatter” sono ottimamente realizzati, con un occhio di riguardo a quello che è il movimento e la velocità della scena stessa del fumetto. Come in tutti i fumetti Bugs, impeccabile l’uso del bianco e nero.

Non vediamo l’ora di scoprire dove condurrà Samuel questo nuovo arco narrativo, e noi saremo lì per raccontarvi il divenire delle prossime avventure.

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine Social Facebook Instagram e Telegram per non perdervi mai nulla! Playhero