Crea sito

Savage Avengers: 8,9 & 10 – Recensione

Oggi, noi di Playhero.it vi parleremo dei capitoli da 7 a 11 della testata Marvel Savage Avengers, diretta dallo scrittore Gerry Duggan, raccolti nei numeri da 8 a 10 dell’omonima testata presente qui in Italia.

E’ passato un po di tempo da quando una formazione particolare dei più terribili anti eroi dell’universo Marvel (Wolverine, Elektra, Venom, Punisher, Conan il Barbaro e Fratello Woodoo) si sono riuniti, quasi per caso, nella Terra Selvaggia per contrastare la minaccia del Dio del Midollo: Jhoatun Lao, evocato con il sangue delle persone più importanti della terra dallo stregone Kulan Ghat.

Dopo lo scontro con la divinità extradimensionale (nel dettaglio ha interessato i primi 5 numeri della testata qui in italia pubblicata da Panini Comics) e dopo alcune vicende intermedie e preparatorie che hanno visto come protagonista principale Conan, con i numeri 8 9 e 10 della numerazione italiana Gerry Duggan introduce lo spettatore nel vivo dell’azione.

Sebbene il Dio del Midollo sia stato ucciso, non senza qualche difficoltà, dal nostro gruppo di (anti)eroi, il terribile Kulan Gath – anch’esso personaggio preso in prestito dall’universo creato da R. E. Howard – è tutt’altro che sconfitto.
Inoltre, lo stregone dell’era Hyboriana, non solo ha profetizzato la sconfitta e l’umiliazione dell’intero gruppo, ma ha anche un piano di riserva per l’evocazione di un’altra terribile entità extradimensionale. Quale? Vi lasciamo il gusto della scoperta tramite la lettura degli spillati in parola.

Giunti all’ottavo numero della pubblicazione italiana, Gerry Duggan abbandona per il momento le vicende del gruppo e si concentra esclusivamente (salvo qualche accenno a fratello Voodoo e ad Elektra) sulla nemesi vera e propria di Kulan Gath: Conan il Barbaro. Quest’ultimo è in possesso di un misterioso e potente artefatto. Ma lo scontro non sarà immediato.

Infatti Duggan inserisce sapientemente nella storia altri due personaggi dell’universo Marvel: Dottor Destino e Dottor Strange.
Destino è infatti incuriosito dalla presenza del Cimmero, e dal misterioso artefatto. Strange è invece consapevole della minaccia mossa da Kulan Gath.

La sceneggiatura intrattiene e diverte il lettore, soprattutto nelle parecchie fasi dello scontro dove ai colpi di scena si alternano le disseminate citazioni che l’autore fa a vicende, recenti e non, dell’universo Marvel. I dialoghi sono lo specchio della caratterizzazione dei personaggi.

A reggere il gioco e ad accompagnare una scrittura divertente ed accattivante ci sono i disegni di Zircher che, seppur senza particolari tratti degni di lode, sono all’altezza della narrazione e ben illustrano i fatti narrati, compresi quelli di maggiore azione e suspence. Nella seconda parte del numero 10 dell’edizione italiana è presente l’undicesimo capitolo della testata americana intitolato “Ricordi di Sangue, sul quale occorre spendere qualche parola.

Duggan, soltanto all’esito dello scontro raccontato dai precedenti numeri, con un racconto “prequel” ancora più bello dello scontro stesso, indaga efficacemente sulla figura di Kulan Gath, scoprendone le origini, la caratterizzazione, le principali vicende della sua storia (compresi gli incontri con il Cimmero) e svelandone infine la terribile fonte del suo potere.

Ad innalzare ulteriormente l’asticella vi sono i disegni di Butch Guice in stato di grazia, caratterizzati da una peculiare stilizzazione ruvida dei volti e dei contorni, accompagnati dalla perfetta colorazione fornita da Alex Guimaraes .
Volendo concludere, questi ultimi tre numeri di Savage Avengers entrano maggiormente nel vivo dell’azione.

Se seguite la testata, il consiglio è quello di recuperare questi numeri e continuare la serie, visto che le aspettative create da Duggan non sono indifferenti.
Se non la seguite, forse dovreste dargli un’opportunità leggendo i numeri di cui abbiamo parlato, ed eventualmente recuperare quelli precedenti.ù

Continuate a seguire le nostre news, sulle pagine social Facebook  e InstagramTwitter e Telegram per non perdervi mai nulla! Playhero.it