Il nostro sito utilizza i cookies per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di utilizzo. Il nostro sito potrebbe anche contenere cookies di terze parti, quali Google Adsense, Google Analytics e Youtube. Accettando di utilizzare il sito e di fruire dei suoi contenuti, aconsentite all'utilizzo dei cookies. Abbiamo aggiornato la nostra Privacy Policy.  Cliccate sul bottone per legegrla.

Scirocco – Recensione

Giulio Macaione torna a emozionare i lettori con la sua nuova graphic novel intitolata Scirocco in uscita oggi 27 maggio ed edita da BAO Publishing.

Continua il sodalizio già collaudato tra l’autore e la casa editrice che fino al 30 maggio darà la possibilità, ordinandolo dal sito, di portarsi a casa il volume sketchato da Macaione.

L’attesissima opera dell’autore dipinge un’affresco familiare un po’ atipico mettendo a confronto tre generazioni diverse: Mia, un’adolescente con la passione per la danza; Gianni un padre affettuoso che forse per amore della figlia ha rinunciato un po’ troppo a sé stesso e Elsa, una donna forte e anticonformista che ha dovuto attraversare un momento molto difficile della sua vita ma nonostante questo sprona la nipote a trovare la sua strada. Tutti e tre dovranno affrontare una notizia inaspettata che scombussolerà le loro vite. Impetuosa come lo scirocco la narrazione di quest’opera scuoterà l’animo di chi legge così come la vita con le sue prove, spesso così dure, scuoterà l’esistenza dei nostri protagonisti.

Volutamente non verrà raccontato molto della trama per permettere al lettore un’esperienza di lettura più completa possibile, perché Scirocco è un’opera che si scopre pagina dopo pagina. Macaione ci regala tutto sè stesso raccontando la storia più intima e matura della sua carriera d’autore.

Nel corso della vita siamo costretti a fare delle scelte e non è detto che alla fine vada tutto come ci siamo immaginati nella nostra testa. Ma la vita è così, una grande incognita in cui non si può far altro che muoversi a tentativi. Capita anche che queste scelte dobbiamo subirle, e quando esse provengono da persone a noi care, metabolizzarle non è la cosa più facile di questo mondo.

“Nessuno sa come andrà il futuro, ma di una cosa sono certa… Se hai un sogno e ti fai il culo, non ti pentirai di averlo seguito.”

Scirocco è un racconto corale, dove l’insieme fa la forza, ma è anche un racconto dove i singoli personaggi e le loro caratteristiche vengono fuori in maniera decisa. La bravura dell’autore è stata proprio la capacità di riuscire a trovare una quadra particolarmente riuscita in questo senso, mettendo insieme tanti argomenti di peso ma senza mai essere pesante, raccontando con grazia e delicatezza tematiche forti come la malattia, l’elaborazione di un lutto, la paura del futuro.

Tutti i protagonisti di Scirocco fanno delle scelte, cercano di trovare la loro ragione d’esistere, ma questo non è sempre facile, soprattutto quando queste scelte possono influenzare la vita delle persone care. Allora assisteremo alle paure e i tormenti che si possono avere quando, in varie stagioni della vita dell’uomo, si affronta questo tipo di cambiamenti.

Mia è un’adolescente, quindi si interroga sul suo futuro, ha paura di fare le scelte sbagliate, di non essere all’altezza dei suoi sogni. Gianni è un padre gay, che ha rinunciato alla sua vita affettiva per crescere Mia cercando di dimostrare di essere all’altezza. Si è creato un po’ una corazza dove tiene lontani tutti tranne i suoi familiari. Elsa donna dal carattere forte, il vero collante di tutta la vicenda. Ha lasciato la Sicilia per inseguire l’amore e i suoi sogni e quando credeva di averli afferrati tutti, la vita le mette davanti l’ennesimo ostacolo. Dovrà scegliere se fare una scelta che faccia felice gli altri o se ritrovare sè stessa.

Ma nonostante tutte queste dinamiche quello che viene fuori in maniera dirompente è l’unione, malgrado i loro dubbi le loro paure, ogni singolo movimento viene fatto sempre tenendo lo sguardo fisso su gli altri membri della famiglia. Scirocco é una graphic novel che celebra appunto la famiglia, perché nonostante i possibili screzi e incomprensioni, l’amore è sempre presente. La storia di Macaione si snoda in due location ben precise, la prima parte é ambientata a Venezia, città in cui i nostri protagonisti vivono, e in Sicilia,  con precisione San Mauro, luogo della memoria, città nativa di Elsa.

Questa divisone netta tra i due luoghi è rimarcata anche dalle scelte cromatiche dell’autore, Macaione infatti realizza per la sua graphic novel due bicromie che si sposano perfettamente con l’intenzione narrativa abbinata ai luoghi. Venezia rappresenta il presente, luogo in cui fare i conti con i problemi e le paure. La Sicilia rappresenta il passato, un rifugio nel quale Elsa fa ritorno. Un luogo in cui fare pace col passato e ritrovare sè stessa, con tutto il carico di emozioni che questo può comportare. 

“Mi capita sempre più spesso di aggrapparmi a quei ricordi… Mi sentivo schiacciata dalla realtà limitata del paese, ma in realtà quei confini erano così sicuri e tutto il mondo era davanti a noi. Eravamo felici e non lo sapevamo.”

La narrazione di Scirocco è come un fiore che si schiude piano piano, aggiungendo sempre più petali al suo racconto, fino ad arrivare al suo punto più alto in cui il ritmo è sempre più incalzante. È un racconto emozionante in cui è difficile che il lettore alla fine non si ritrovi impigliato in questo groviglio di sensazioni. A volte talmente forti da esplodere prepotentemente nel cuore di chi legge.

Il comparto grafico di Scirocco è sensazionale, lo stile unico di Macaione in questa graphic novel fa uno scatto in più e acquista maggiore precisione e dinamismo. Le espressioni dei volti, gli scorci paesaggistici,  tutto trasuda un’emozione palpabile, fino ad arrivare a dei momenti in cui le tavole parlano da sole senza dover aggiungere altro. In particolare è nelle tavole ambientate nelle Madonie che le scene naturalistiche prendono vita come se fossero parte della sequenza di un film muto, dove è possibile percepire il dolce suono della natura.

Infine, se avete bisogno di una lettura carica di emozioni, di un racconto reale, di un volume che vi metta a contatto con il vostro io più profondo facendovi fare i conti con il passato e i suoi momenti irrisolti, per poi uscirne sicuramente più arricchiti umanamente, non esitate a scegliere Scirocco.

Continuate a seguire le nostre news sulle pagine Social FacebookInstagram e Telegram per non perdervi mai nulla! PlayheroPotete seguirci anche su Youtube e Twitch!

Inoltre su MangaYo! potete usare il codice sconto PLAYHERO5 e ricevere uno sconto del 5%!

By Filomena Addivinola

Potrebbe piacerti anche...