Crea sito

Seven Days – Recensione

Per tutti i seguaci della serie “The Seven Deadly Sins”, non potrà mancare nella vostra collezione questa chicca, edita da Star Comics: “Seven days” è uno spin-off che tratta una delle storie d’amore più seguite e sospirate della famosissima saga che ha appassionato milioni di lettori.

Giorni scialbi e monotoni occupano da secoli immemori la vita della giovane Elaine da quando suo fratello Harlequin, Re dei Folletti, l’ha lasciata alla mercé di spazi e tempi vuoti, come guardiana dell’Albero Sacro della foresta, tra le cui fronde si nasconde un calice: Sorgente di vita eterna.

700 anni.

700 lune e tramonti.

Ben presto però ogni rintocco diventa come tutti gli altri, i giorni cominciano a confondersi per la “giovane” guardiana, costretta ad una forzata desolazione in attesa del ritorno del fratello.

“D’ora in avanti devo difendere da sola questa foresta… dove non c’è più nessuno da proteggere…”

Ma, almeno la solitudine, non avrà vita eterna: tutto cambierà infatti quando in un giorno come tanti, Ban, uno strambo e scapestrato ladruncolo dai capelli azzurri come il cielo, come la libertà che tanto manca ad Elaine, farà irruzione sull’Albero Sacro, spazzando via come un uragano una monotonia che nei giorni e nel cuore della guardiana durava da secoli. Ma l’invasione di Ban ha uno scopo: impossessarsi del calice.

“Gli esseri umani non esitano ad uccidere per rubare ciò che desiderano. […] La nostra razza e la loro non potranno mai capirsi…”

Gli occhi disillusi di Elaine scruteranno Ban con arrendevole tristezza: un umano come tanti, accecato dalla stessa bramosia di vita eterna, dalla stessa sete d’avarizia di tutti coloro che, allo stesso scopo, l’avevano preceduto nell’ostinata scalata.

“Sei come tutti loro” gli dirà, scacciandolo come un insetto innumerevoli volte.

Ma Elaine scoprirà presto quanto “apparire” ed “essere” siano facce di una medaglia unitaria ma ambivalente:

“Ho pensato che anche in una vita sprecata come la mia, se vissuta a lungo… potrebbe esserci qualcosa di bello… ecco. Tutto qui.”

A scapito del suo aspetto burbero e spavaldo infatti, Ban non è affatto ciò che sembra. La Santa se ne renderà conto molto presto, e dalla semplice curiosità per quello “strano essere umano” qualcosa si smuoverà pian piano dentro di lei…

Uno stile romantico e non solo…

I due volumi si presentano in maniera estremamente gradevole alla vista: la copertina dai bordi blu, tipica di tutti i volumi della saga TSDS, è accompagnata nel secondo manga da uno sfondo rosa costellato di sakura.

Questo spin-off vede la collaborazione tra il sensei Nakaba Suzuki, Mamoru Iwasa e You Kokikuji.

Scorrendo tra le pagine infatti, avrete modo di tastare con mano i frutti di questa cooperazione: rispetto all’opera principale (il cui carattere battle shonen risalta più all’occhio grazie alla lineart del maestro Suzuki, estremamente marcata e netta) in “Seven days” vedrete invece uno stile innovativo, velatamente più shoujo, dai tratti più sottili, dolci e delicati che vi faranno immergere lentamente nell’atmosfera quasi onirica e atemporale della Foresta del Re dei Folletti.

Senza tralasciare un aspetto importante che è il ritmo della narrazione: ne’ troppo frettoloso, ne’ troppo lento, così ben scandito che avrete la sensazione di volerne sapere sempre di più! Inoltre, a differenza della saga stessa in cui Ban si mostra spesso e volentieri come una macchina da guerra insensibile ed egoista, in questi due volumi avrete modo di approfondire aspetti in parte inediti della Volpe dell’Avarizia e del suo sofferto passato

In conclusione

Una storia che vi commuoverà, di estrema delicatezza e ironia. Seven days è una storia all’insegna della solitudine, della speranza, dell’amicizia, dell’attesa, dei fantasmi del proprio passato. Una storia all’insegna del riscatto… per un atto d’amore.

“Per sapere la ragione per cui Ban è tornato… ormai non ho bisogno di leggergli nel pensiero.”

Continuate a seguire le nostre news sulle pagine Social Facebook, Instagram e Telegram per non perdervi mai nulla! Playhero. Potete seguirci anche su Youtube e Twitch!