Il nostro sito utilizza i cookies per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di utilizzo. Il nostro sito potrebbe anche contenere cookies di terze parti, quali Google Adsense, Google Analytics e Youtube. Accettando di utilizzare il sito e di fruire dei suoi contenuti, aconsentite all'utilizzo dei cookies. Abbiamo aggiornato la nostra Privacy Policy.  Cliccate sul bottone per legegrla.

STAR WARS HIGH REPUBLIC 1/3 – RECENSIONE

STAR WARS HIGH REPUBLIC

È tempo di nuovi inizi per il brand disneyano della galassia lontana lontana. Dopo le abbuffate promesse sulla piattaforma Disney Plus nei prossimi mesi, con l’arrivo di tante nuove serie, annunciate sulla scia dei buoni riscontri dati da “The Mandalorian”, anche i fumetti sono pronti per dare il loro contributo in questa nuova fase del canone starwarsiano. Panini Comics lancerà questa nuova serie il 22 aprile, in uno spillato di 32 pagine. Gli autori di “Star Wars High Republic” saranno l’inglese Cavan Scott, scrittore tra gli altri degli adattamenti a fumetti di molte serie tv tra cui “Doctor Who”, “Vikings”, “Power Rangers” e alle matite Ario Anindito, giovane indonesiano che ha già lavorato recentemente per la Marvel (“Hulkverines”, “Sword Master”).

L’ALTA REPUBBLICA DEI CAVALIERI JEDI

Ma cos’è l’Alta Repubblica e dove si colloca temporalmente? “Star Wars High Republic” è una serie che precede la grande saga degli Skywalker, ponendosi quindi prima di “Episodio I – La Minaccia Fantasma”. La galassia si trova in uno stato di pace e gloria ed è protetta dal nobile ordine dei cavalieri Jedi. Come simbolo di prosperità e sicurezza viene lanciata nell’orlo esterno anche una nuova base spaziale, lo Starlight Beacon, simbolo di speranza e forza. Tuttavia, proprio mentre si trova in questo stato di splendore, sembra ci sia uno spaventoso avversario in attesa di uscire allo scoperto…

I PRIMI PASSI DEL PADAWAN KEEVE TRENNIS

La storia comincia con l’addestramento di una giovane ragazza di nome Keeve Trennis, la quale è impegnata su un pianeta di nome Shuraden assieme al maestro Sskeer, un Trandoshano che possiede l’abilità di farsi ricrescere gli arti recisi. Le capacità della giovane Padawan sono notevoli, la vedremo infatti impegnata nell’uso della forza in modo davvero originale. Il cammino di Keeve per diventare Jedi è quasi terminato e il maestro Sskeer si aspetta grandi cose da lei. Nell’esperto maestro si nota però quasi subito che qualcosa non va e che dentro di lui si nasconde una profonda e temibile oscurità.

Nel secondo e nel terzo numero Keeve e Sskeer vengono accompagnati in missione dai gemelli Jedi Terec e Ceret, due Kotabi che condividono la loro brillante mente. L’azione ed i misteri si sposteranno su Sedri Minor, un pianeta coperto per il 99% da acqua, dove una colonia indipendente non sembra essere contenta dell’arrivo di Keeve e compagni. Nel corso degli eventi vedremo creature e mostri di ogni tipo, oltre a vecchie conoscenze che scalderanno il cuore ai fan di Star Wars. Il ritmo della narrazione è davvero buono e le parti action sono  divertenti, inoltre la scoperta dei nuovi personaggi è interessante, trattata in modo veloce, ma non banale. Ogni episodio contiene degli azzeccati cliff hanger che stuzzicano la curiosità del lettore. Cavan dà ai vecchi affezionati, e al duro fandom starwarsiano, esattamente quello che un fan si aspetterebbe da Star Wars. Combattimenti, azione, personaggi intriganti, navicelle spaziali e spade laser (un sacco di spade laser).

UN NUOVO STAR WARS

Cavan Scott con “Star Wars High Republic” ci porta ad esplorare un nuovo Star Wars, con nuove idee e un nuovo approccio, fresco e stimolante. Le novità sono molte e non ci troviamo di fronte a qualcosa di leggero, ma profondo e intenso. La narrazione corre veloce, ma offre molti spunti e regala anche alcune emozioni, incuriosendo e cercando di innovare. La parte grafica curata da Anindito è uno dei punti forti di questa serie. I characters design sono convincenti e regalano il giusto carisma ai personaggi, oltre ad essere totalmente in stile col canone starwarsiano.

GIORNI DI UN FUTURO PASSATO

Star Wars High Republic” è la serie ideale per far ritornare la creatura di Lucas in alto negli indici di gradimento. Rappresenta una ventata di aria fresca per il mondo di Guerre Stellari. Oltre a questo è una serie fresca e potente adatta anche a chi di Star Wars non ha mai letto, ne visto nulla, offrendo una storia mistery che è anche una space opera, piena di creature interessanti e di azione. Un punto d’inizio ideale per nuovi lettori e un’occasione per far emozionare nuovamente i fan di vecchia data. Dopo lo spaccamento creato dagli ultimi episodi della nuova trilogia cinematografica ci troviamo di fronte ad un nuovo inizio, facendo il tifo perché possa essere splendente e ricco di magia, che la forza sia con voi!

Continuate a seguire le nostre news sulle pagine Social FacebookInstagram e Telegram per non perdervi mai nulla! PlayheroPotete seguirci anche su Youtube e Twitch!

By Simo "controluce" Serafini

Nerd da sempre, revisionante, critico, valutatore approssimativo, comics addicted, collector. Il tutto a tempo perso.

Potrebbe piacerti anche...